breaking news

Lentini | Contro i miasmi della più grande discarica dell’isola, sabato mattina sit-in di protesta

26 Settembre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Contro i miasmi della più grande discarica dell’isola, sabato mattina sit-in di protesta
Attualità
'
1

L’Iniziativa promossa dal Comitato per la vivibilità, la tutela e la salute di Codavolpe-Vaccarizzo. L’adesione di Articolo Uno e della Cgil.

Le ragioni del sit-in di protesta. Organizzato dal Comitato per la vivibilità tutela e salute di Codavolpe – Vaccarizzo, si svolgerà sabato mattina, a partire dalle 9, un sit-in di protesta davanti ai cancelli d’ingresso della discarica di Grotte San Giorgio. «Una discarica – si legge in una nota del Comitato dei residenti in quelle contrade – che da anni, con le pesanti emissioni prodotte dal ciclo di biostabilizzazione, ha reso la nostra vita un incubo, ha avvelenato noi ma soprattutto i nostri figli, le cui manifestazioni sono state finora di sensazione di vomito e in taluni casi allergiche, ma che alla lunga potrebbero scaturire in patologie croniche. Chi già soffre di patologie respiratorie è dovuto ricorrere all’ossigeno. Le notti sono da incubo. La Sicula Trasporti – prosegue la nota del Comitato che chiede addirittura la chiusura del sito – ha edificato a poche centinaia di metri, in alcuni casi anche a duecento metri dalle nostre case ed è in continua espansione. Ci aspettavamo che le istituzioni ne frenassero l’avanzata. Siamo preoccupati e terrorizzati».

Articolo Uno: «Scelte che hanno mutato il volto del territorio». Solidarietà ai cittadini e alle famiglie delle contrade Codavolpe e Vaccarizzo viene espressa dalla sezione di Lentini di Articolo Uno che preannuncia la propria partecipazione al sit-in di protesta. «Di fronte allo sviluppo crescente della “industria” delle discariche, con il suo impatto devastante su agrumeti, insediamenti abitativi e habitat naturali di grande pregio – afferma in una nota Articolo Uno – è necessario intensificare gli sforzi di tutti per contrastare un disegno scellerato che ha mutato il volto del nostro territorio, compromettendone il futuro. Non si può tacere, inoltre, sulla fallimentare politica del governo regionale nella gestione dei rifiuti e sui profili di illegalità che si sono drammaticamente evidenziati in questo settore. Vanno perciò condivise e sostenute in maniera convinta e unitaria tutte le forme di lotta promosse da coordinamenti, comitati, associazioni e organizzazioni del territorio per prevenire ulteriori scempi e po

rre fine a quelli esistenti. Va intrapresa con determinazione – conclude la nota – la strada per un modello di crescita fondato sulla sostenibilità, che faccia della tutela dell’ambiente e della salute l’asse portante di una nuova strategia territoriale e di politiche attive per la difesa dei beni comuni».

L’adesione della Cgil. Anche la Cgil della zona di Lentini, unitamente alla Fp-Cgil di Siracusa, parteciperà al sit-in di protesta. «Nell’ambito della nostra missione di sempre, quella cioè della difesa e del rafforzamento della sanità pubblica nel nostro territorio – si legge in una nota – non possiamo non aderire all’iniziativa intrapresa per un ambiente più sano e a misura di uomo e per la tutela della salute».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com