breaking news

IL CSTL BASKET PERDE IN CASA CONTRO IL CANICATTI’

IL CSTL BASKET PERDE IN CASA CONTRO IL CANICATTI’
Sport
0

Perde in casa la Cstl Basket  Melilli nella gara uno di semifinale playoff contro il Canicattì  con il punteggio di 71-82. Grande orgoglio e riconoscenza per la presenza alla gara di una  rappresentanza della Trogylos Priolo capitanata dal coach Santino Coppa. Bruciano le tappe gli ospiti che, dopo appena sessanta secondi, si portano sul 0-5 grazie ad una conclusione di Aronica. Al 3′ la squadra gialloblù sono sotto di 7 punti, 2-9, ma grazie ad un fenomenale Nicita e Francesco Messina le distanze vengono ridotte sino ad arrivare in pochi secondi  al -2. La squadra del Canicattì si scuote e con orgoglio al 5′ si riporta avanti sul + 6, 7-13. I ragazzi di Melilli cercano di intensificare il gioco, ma senza notevoli risultati e sprecando troppo a campo aperto. Francesco Messina con determinazione e mano calda riporta il punteggio in parità al 9′,14-14.  Realizzati 4 punti da Gambino che riporta in vantaggio gli agrigentini. Nella seconda frazione i gialloblù grazie a  Chiaramonte effettuano il primo sorpasso, poi un fallo di Ivan Messina, oltre la linea dei 6.75, consente a Manzo di impattare, 22-22 al 13′. Le squadre continuano a rincorrersi punto a punto, ma Manzo rompe l’equilibrio con una conclusione dalla distanza e poi il 2/2 di Gambino fa + 5 Canicattì al 16′, 24-29. Strazzera da tre sigla il massimo vantaggio biancorosso,+7 a 3’09” dall’intervallo lungo. La Cstl non sembra concentrata in campo e va negli spogliatoi con gli ospiti avanti di otto lunghezze. Neanche alla ripresa del gioco la squadra del presidente Mollica sembra capace di rientrare in partita, Canicattì si porta sul +11 al 24′. E’ il momento più difficile, Manzo e Gambino sono elementi difficili da fermare e al 29′ il distacco è di 13 lunghezze. Nicita  cerca di scuotere i compagni, ma Canicattì mantiene ben 10 punti di margine. Ultimi dieci minuti che si aprono con la bomba proprio del funambolico numero nove e con due punti di Messina che riaprono le danze, 56-61 al 31′. Canicattì non si scompone e sempre grazie a Manzo ritorna sul + 13 a 4’55” dalla fine. Ivan Messina in penetrazione fa -8, poi è la volta di Nicita che fissa lo score sul 69-76 a 2’18” dalla fine. A 1’51” viene fischiato un fallo antisportivo a Manzo, ma Scrofani fa 0/4. Canicattì gestisce bene la sfera e porta a casa una vittoria meritata. Mercoledì gara due in terra agrigentina.      

Silvana Baracchi      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com