breaking news

IL “DESTINO” DELL’ALBERGHIERO DISCUSSO AL CONSIGLIO PROVINCIALE DI IERI SERA

26 Novembre 2011 | by Redazione Webmarte
IL “DESTINO” DELL’ALBERGHIERO DISCUSSO AL CONSIGLIO PROVINCIALE DI IERI SERA
Politica
0

Nel corso del Consiglio provinciale in programma ieri sera, è stata discussa la decisione sulla direzione da intraprendere per la realizzazione del nuovo istituto Alberghiero. Bisognava decidere se andare avanti nella direzione indicata dall’amministrazione, che ha proposto la costruzione dell’opera che alla fine costerà circa 21 milioni di euro e in alternativa ha valutato in questi mesi anche un’operazione di project financing con un esborso da parte dell’ente di soli 15 milioni di euro, oppure seguire la strada tracciata da quattordici consiglieri che hanno firmato una mozione di indirizzo che propone, secondo loro con una spesa minore, la ristrutturazione dell’edificio albergo-scuola di via Crispi, costruito alla fine degli anni settanta ed ora in stato di abbandono. I firmatari della mozione hanno sottolineato come la struttura si presti ad ospitare un istituto come l’Alberghiero. Il risultato è stato che dall’aula, ieri sera, non è uscita la decisione definitiva. Il Consiglio provinciale ha optato per valutare in profondità costi e aspetti vari riguardo le due opere, cioè quella da ristrutturare e quella da costruire ex novo.
In aula l’opposizione, rappresentata da Gionfriddo, Schiavo, Spataro, Acquaviva, Butera, ha sostenuto con vigore l’ipotesi di procedere nella ristrutturazione dell’edificio di via Crispi. Dall’altro lato, invece, la maggioranza, Calvo, Di Lorenzo, Andolina, Bastante Saggio, Getulio, Ranno, ha soprattutto sostenuto l’iniziativa portata avanti dall’amministrazione attiva proponendo, però, che sui costi, gli aspetti tecnici di entrambe le opzioni sul tavolo, si esegua una valutazione attenta per potere risparmiare rispetto alle  previsioni di spesa attuali.
Alla fine, a passare è stata proprio questa linea; messa ai voti la proposta della maggioranza di rinviare il Consiglio a data da destinarsi in modo tale che nel giro di un mese o due si possa avere una relazione dettagliata sul piano dei costi, sul piano tecnico e su i pro e i contro sulla ristrutturazione dello stabile di via Crispi e sulla costruzione del nuovo Alberghiero.
La seduta di ieri sera si è aperta con la relazione del presidente della Provincia, Nicola Bono, che ha illustrato al Consiglio gli aspetti che hanno spinto l’amministrazione attiva a scegliere la linea della nuova costruzione. Con l’ipotesi del nuovo Alberghiero si realizzerebbe una struttura che sarebbe un fiore all’occhiello per la Provincia regionale di Siracusa, una moderna scuola per oltre 700 alunni costruita sulla base degli standard previsti dalla normativa vigente dotata di tutte le strutture e laboratori necessari al pieno svolgimento dell’attività didattica – ha concluso il presidente Bono – nonché di proprietà dell’Ente”. Quindi il dibattito, al quale ha anche partecipato la preside dell’Alberghiero, Rizzo,  e infine il voto di rinvio per consentire, appunto, tutti gli approfondimenti necessari sulla vicenda.
A favore del rinvio ha votato tutta la maggioranza. Si è astenuto Imbrò dell’opposizione e hanno votato contro Acquaviva e il presidente del Consiglio provinciale Michele Mangiafico. Quest’ultimo ha così motivato l’espressione del suo voto: “Sono molto dispiaciuto dal vedere che in quarantadue mesi un’Amministrazione pubblica non riesca a decidere quale sia la strada per risolvere un problema che essa stessa riteneva il principale della propria politica scolastica e per questo credo che non si possa sostenere l’idea di un ulteriore rinvio. Tra l’altro ci sono deputati ed ex ministri che un anno fa ci hanno messo la faccia dicendo che già c’era un avviso pubblico. Non penso sia giustificabile neanche l’idea di scaricare la disagevole responsabilità di non riuscire a decidere sulla propria maggioranza in consiglio”.
La seduta, durata oltre tre ore, si è conclusa con la presentazione, in aula, del nuovo assessore Giorgia Giallongo (Fds) che prende il posto di Lidia Pannuzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com