breaking news

IL DIABETE IN ITALIA. UNA MALATTIA SEMPRE PIU’ “GIOVANE”

16 Gennaio 2012 | by Redazione Webmarte
IL DIABETE IN ITALIA. UNA MALATTIA SEMPRE PIU’ “GIOVANE”
Sanità
0

In Italia si ha conoscenza certa di circa tre milioni di persone con diabete, alle quali bisogna aggiungere almeno un altro milione di persone che non sa di avere la glicemia oltre i limiti. Preoccupa, inoltre, il progressivo calare dell’eta’ di insorgenza del diabete di tipo 2; quasi una persona con diabete su cinque ha meno di 55 anni, segno che la malattia – una volta definita “diabete senile” – e’ sempre piu’ giovane.

Sono questi alcuni dei dati riportati dagli annali AMD 2010, il rapporto nazionale sulla qualita’ dell’assistenza dei centri di diabetologia redatto dall’Associazione medici diabetologi.

Secondo l’Oms, inoltre, entro il 2030 il diabete sara’ la quarta causa principale di morte in Europa.

Il diabete e’ una delle cause principali di malattie cardiovascolari, renali e cecita’ e amputazione: il 10% dei diabetici soffre di cardiopatia ischemica, il 32% di neuropatia, il 34% di retinopatia col risultato che le cure per la patologia primaria incidono solo per il 7%, mentre il 25% e’ legato alle complicanze.

Sono questi i principali motivi che hanno spinto la Regione siciliana ad aderire al progetto “diabete e lavoro” per contrastare la patologia e per sensibilizzare innanzitutto i propri dipendenti, oltre che tutti i cittadini che parteciperanno.

Con il progetto “diabete e lavoro”, la campagna “Buon Compenso del diabete” (BCD) e’ promossa dal 2009 all’interno delle principali aziende e istituzioni italiane con l’obiettivo di incoraggiare e stimolare tutti gli interlocutori che possono svolgere un ruolo attivo nella lotta al diabete a diventare “campioni di controllo”, adottando cioe’ un approccio di eccellenza nella gestione e nella prevenzione del diabete. Finalita’ che risulta essere pienamente coerente con le indicazioni dell’IDF (International Diabetes Federation) che sono state ribadite anche in occasione del summit ONU svoltosi a New York nel settembre del 2011, per far fronte a quella che oggi viene classificata come una vera e propria pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com