breaking news

IL RITORNO DEL FIGLIOL PRODIGO.

18 Settembre 2010 | by Redazione Webmarte
IL RITORNO DEL FIGLIOL PRODIGO.
Politica
0

Continua la polemica interna al Partito Democratico di Lentini. Entro il 15 settembre, il sindaco uscente, Alfio Mangiameli ha il diritto di comunicare la propria volontà di ricandidarsi a sindaco secondo lo statuto regionale del Partito di Bersani. Negli ultimi mesi le polemiche, al suo interno, non sono mancate e la richiesta dell’area Bersani, vicina all’ex sindaco degli anni Novanta Turi Raiti e dell’area Lumia, vicina al consigliere comunale Saverio Bosco e dell’associazione LibertàEguale, è quella di chiedere un passo indietro al Sindaco e alla sua area per cercare di riunificare il partito in vista delle prossime elezioni amministrative. Ieri il sindaco ha sciolto la riserva, pronunciando la sua volontà di ricandidarsi, lanciando le primarie a chiunque si voglia confrontare con lui. Inoltre ha anche riassegnato le deleghe al dimissionario Paolo Censabella, con una nota pervenutaci dalla segretaria del Primo Cittadino di Lentini. L’area dello storico sindacalista della CGIL è sempre stata la Bersani, ma un comunicato appena pervenutaci dalla coordinatrice dell’Area Bersani afferma: “Incomprensibile appare anche il ripensamento di Paolo Censabella, alla luce delle dichiarazioni e del documento che hanno accompagnato le sue dimissioni nel corso della conferenza stampa del 5 agosto scorso, e in assenza di una disponibilità del sindaco e della sua area ad entrare nel merito delle questioni politiche e amministrative poste dalle aree Bersani e Libertà Eguale.”
Paolo Censabella afferma: “Ringrazio pubblicamente chi ha respinto pubblicamente le mie dimissioni e la parte di partito che mi ha lasciato libero.” Si apre un autunno caldo e una stagione politica asprissima.
ANTONINO LANDRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com