breaking news

IN CONSIGLIO COMUNALE LE NORME SUI DEHORS. NO ALL’OBBLIGATORIETA’ DELL’AUTORIZZAZIONE EDILIZIA, MA IL CONFRONTO CONTINUA

IN CONSIGLIO COMUNALE LE NORME SUI DEHORS. NO ALL’OBBLIGATORIETA’ DELL’AUTORIZZAZIONE EDILIZIA, MA IL CONFRONTO CONTINUA
Politica
0

 Passa a metà la nuova disciplina sui “dehors”, gli spazi all’aperto dei locali pubblici. Ieri sera, il consiglio comunale ha approvato solo la riforma dell’articolo 39 del regolamento edilizio; per la modifica del regolamento sull’occupazione del suolo pubblico bisogna aspettare stasera, ma prima dovrà essere respinta la proposta di rinvio a giovedì 12 avanzata da Salvo Cavarra, proposta sulla quale il presidente, Edy Bandiera, ha dovuto sciogliere la seduta per mancanza del numero legale. La riunione è stata aggiornata a stasera alle 19.
 Il provvedimento adottato ieri sera ha escluso l’obbligatorietà dell’autorizzazione edilizia per i dehors. Quali debbano essere le caratteristiche degli spazi all’aperto, però, non è stato ancora specificato e sarà il tema della prosieguo della discussione.
 Quella di ieri è stato un confronto molto tecnico, tutto sviluppato sull’opportunità o meno di liberalizzare la realizzazione dei dehors. Al centro del confronto c’erano due emendamenti, uno presentato dalle tre commissioni compenti (Urbanistica, Servizi e Regolamenti), l’altra proposta dal Salvo Cavarra, Claudio Fortuna e Salvo Liuzzo. Le diverse posizioni sono state sintetizzate, poi, in altri due emendamenti approvati dall’aula; quello sulla liberalizzazione è passato con 13 sì, 8 no e 1 no. Al dibattito, oltre ai firmatari degli emendamenti, hanno contribuito i presidenti della commissioni Urbanistica e Regolamenti, Roberto Messina e Giuseppe Impallomeni, Ettore Di Giovanni e Riccardo De Benedictis.

La seduta era stata aperta da Giancarlo Lo Manto. Intervenendo sull’ordine dei lavori, il consigliere aveva chiesto il motivo per cui ancora non è stato messa all’ordine del giorno la questione della destinazione dell’Antico mercato. La risposta è arrivata subito dal presidente del consiglio comunale, Edy Bandiera, che ha motivato il rinvio con l’assenza prolungata, ma giustificata, del proponente, il consigliere Salvatore Castagnino.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com