breaking news

IN SCENA CON UN’ALTRA COMMEDIA DI MAURICI, LA COMPAGNIA TEATRALE DEL CENTRO INCONTRO ANZIANI

11 Gennaio 2012 | by Redazione Webmarte
IN SCENA CON UN’ALTRA COMMEDIA DI MAURICI, LA COMPAGNIA TEATRALE DEL CENTRO INCONTRO ANZIANI
Spettacolo
0

La Compagnia teatrale “Centro Incontro Anziani” del Comune di Noto, dopo la prima esperienza acquisita con la commedia “A famigghia difittusa”, che ha riscosso tanto successo nel 2011, tanto da essere replicata per tre volte nel corso dello stesso anno, ha preparato per il 2012, un’altra brillante opera teatrale dello stesso autore, Calogero Maurici.
Venerdì 13 e sabato 14 gennaio, alle 21,00, infatti, la compagnia porterà in scena al Teatro Vittorio Emanuele di Noto la commedia “Ora ca a mamma muriu cu so teni u papà?”.
Come per la prima, anche in questa commedia l’argomento trattato ha uno scopo sociale ben preciso; se nella “A famigghia difittusa” si affrontava la problematica, dei difetti degli uomini, in questa nuova opera, invece l’argomento, tratta un problema sociale che tanti autori, teatrali e non, hanno preso in considerazione, e cioè la solitudine e il vuoto che arriva inesorabilmente, quando in una coppia di una certa età, uno dei due coniugi viene a mancare.
Argomento scottante che le persone anziane vivono con trepidazione, perché, quando si resta soli, nasce spontanea la domanda, titolo della commedia: “Ora ca a mamma muriu cu so teni u papà”?
Il grande dilemma esiste ed è profondo.
In questa commedia, ovviamente, la problematica viene trattata con ironia e in maniera brillante, ma l’argomento resta ugualmente scottante e serio.
La Compagnia diretta dal regista Franco Perricone e dall’aiuto regista Greco Armando, ha cominciato l’attività l’anno scorso, con il preciso scopo di fare del teatro dilettantistico, ma principalmente di essere strumento socializzante degli anziani. Sempre viva, in tutti quelli che hanno iniziato questa esperienza, l’idea di continuare a fare teatro e presentare altri lavori, sempre con il preciso scopo di dare un messaggio sociale e di vita con la viva speranza di trovare nel pubblico e nelle autorità competenti il giusto riconoscimento per l’impegno profuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com