breaking news

INAUGURATE LE “CASE DELL’ACQUA” PER GARANTIRE UN RISPARMIO SIA ECONOMICO CHE AMBIENTALE

INAUGURATE LE “CASE DELL’ACQUA” PER GARANTIRE UN RISPARMIO SIA ECONOMICO CHE AMBIENTALE
Attualità
0

Sabato mattina si è svolta la cerimonia di apertura ufficiale delle “Case dell’Acqua” di Priolo Gargallo progetto, promosso dall’amministrazione priolese, che fornirà acqua refrigerata, naturale e frizzante gratuitamente all’intera cittadinanza. Fortemente voluti dall’amministrazione Rizza,  i distributori di acqua garantiranno circa 30 euro circa di risparmio mensile ad ogni famiglia, risparmio da non sottovalutare in un momento di così grave situazione economica, che sta colpendo la maggior parte delle famiglie priolesi e non solo. Il Sindaco ha inaugurato ogni “casa dell’acqua” localizzata nel territorio comunale,  cominciando da quella sita in via Alcide De Gasperi n. 36, per finire con la quinta, posizionata nella parte alta di viale Annunziata. Il servizio di distribuzione dell’acqua è a carico  del bilancio del Comune che si è sobbarcato, sia i costi di gestione delle strutture, sia i costi da versare all’azienda idrica fornitrice, Sai 8. Garantita per la sicurezza dei cittadini l’uso sorvegliato delle case dell’acqua, per evitare la possibilità di atti vandalici da parte di male intenzionati. “Esistono circa 150 case dell’acqua al nord – ha precisato il Sindaco  Antonello Rizza – soprattutto in Lombardia e Piemonte e il numero va aumentando. L’unica iniziativa del genere in Sicilia è attestata a Capo d’Orlando e ad Aci Bonaccorsi. Nessun paese in Provincia possiede cinque case dell’acqua. Inoltre, l’unico Comune che fornisce il servizio gratuitamente è quello priolese, in quanto negli altri, in cui sono presenti le case, bisogna versare qualche centesimo prima di prelevare l’acqua”. E ancora il sindaco parlando dell’importanza delle case dell’acqua ha detto: “I cittadini  si stanno rendendo conto che le case dell’acqua sono un sistema utile ed economico in un periodo di grave crisi mondiale. I priolesi cominciano a capire che le acque sono buone, migliori delle acque minerali che non sgorgano dalla sorgente. La realizzazione delle case dell’acqua è un iniziativa che l’amministrazione ha portato avanti con grande interesse, in quanto garantisce alle famiglie sia un risparmio economico che ambientale. Grazie a questo sistema il cittadino può contare su un’acqua non trattata e non contenuta in bottiglie di plastica che, a causa degli sbalzi termici, rilasciano sostanze chimiche pericolose per l’uomo. L’acqua che acquistiamo al supermercato, infatti, proviene spesso dal Nord e, quindi, prima di arrivare sulle nostre tavole, è soggetta ad una lunga conservazione. L’acqua delle case è, invece, trattata con carboni attivi e ultravioletti, quindi, è batteriologicamente pura, e non si può definirla minerale, soltanto per una questione giuridica”.

Silvana Baracchi            

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com