breaking news

INAUGURAZIONE “SIRACUSA IN CANTIERE”. VISENTIN: “OLTRE 23 MILIONI PER PROGETTI CHE NON POSSIAMO UTILIZZARE”

INAUGURAZIONE “SIRACUSA IN CANTIERE”. VISENTIN: “OLTRE 23 MILIONI PER PROGETTI CHE NON POSSIAMO UTILIZZARE”
Attualità
0

“Ci sono circa 23 milioni di euro di cui il Comune di Siracusa non può disporre a causa di ritardi burocratici e del patto di stabilità e che, se utilizzati, potrebbero cambiare il volto della città”. Lo ha detto il sindaco, Roberto Visentin, inaugurando stamattina la mostra “Siracusa in cantiere”, un rassegna di progetti di riqualificazione urbana che si tiene alla Galleria Montevergini e che è inserita nell’ambito della manifestazione “Architettura in con/concorso” promossa dal Comune.
Le cattive condizioni meteorologiche hanno costretto ad un cambio di programma perché non tutti gli ospiti hanno potuto raggiungere Siracusa. Stamattina, dunque, è stata inaugurata la mostra mentre il convegno sul tema della riqualificazione urbana nella città di antica fondazione, è stato rinviato di due settimane, quando si chiuderà l’esposizione. All’inaugurazione hanno partecipato, per il Comune, anche l’assessore ai Lavori pubblici, Concetto La Bianca, e il responsabile del Management territoriale, Giuseppe Di Guardo.
“Il Comune – ha detto il sindaco Visentin – dispone di un parco progetti di grande valore, alcuni dei quali premiati a livello nazionale, che ci consentirebbe di cambiare l’immagine della città. Purtroppo non possono essere condotti in porto per i soli problemi di natura finanziaria. Oltre 15 milioni di fondi europei del Piano di sviluppo territoriale non arrivano per i ritardi nei trasferimenti alla Regione e da questa al Comune; altri 8 milioni per interventi più piccoli, ma che inciderebbero sulla qualità urbana, sono fermi perché potrebbero portare allo sforamento del patto di stabilità, che, in tempi di crisi, sta letteralmente strozzando gli enti locali”.
Siracusa sta lavorando su 14 iniziative. Quattro sono programmi: piano strategico “Innova Siracusa 2020”; progetto di territorio “Reti e materiali”; Pist (piano integrato di sviluppo territoriale) “Neapolis-Eloro”; Pisu (piano integrato di sviluppo urbano) “Aretusa contemporanea”. Dieci sono progetti di riqualificazione urbana per le seguenti aree: lungomare di Levante; waterfront del Porto piccolo lotto sud (Calafatari) e lotto nord; Porto grande; piazza Euripide-via Piave; piazza Euripide-largo Gilippo; latomie dei Cappuccini; Cenaco via Pitia-via Tisia; via Piave per il Cenaco “La borgata”; recupero del complesso della Sala Randone per la realizzazione di un urban center.
Stamattina il sindaco Visentin ha premiato tre architetti per altrettanti progetti di riqualificazione urbana: Jorge Garcés, per la nuova stazione marittima nel Porto grande, Francesco Taormina, per i Calafatari, e Tomaso Monestiroli, per la zona del parcheggio Talete.
La mostra “Siracusa in cantiere” è stata realizzata in collaborazione con la facoltà di Architettura e con l’Ordine degli architetti. Raccoglie tavole e qualche modello di progetti sulla città, ma anche di altre realtà del Paese che partecipano, assieme a Siracusa, a Qualità Italia, il programma del ministero dei Beni culturali per un’architettura di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com