breaking news

INDUSTRIA-MOBILITAZIONE DEI SINDACATI

INDUSTRIA-MOBILITAZIONE DEI SINDACATI
Attualità
0

I sindacati del settore industria pronti a individuare un percorso comune per lavorare al contrasto alla crisi della zona industriale. Ieri mattina, nella sede della Cisl di via Arsenale, i rappresentanti di  Cgil, Cisl e Uil si sono riniti per fare il punto della situazione. Ha aperto i lavori il segretario provinciale generale della Cisl Paolo Sanzaro. “E’ innegabile il grave momento di crisi, che può essere superato solo se ci sono le volontà, soprattutto da parte della politica – ha detto – Ho sempre definito la zona industriale “croce e delizia” e che oggi, pur con le tante difficoltà, continua a rappresentare il più importante scenario occupazionale. Non dimentichiamoci che ancora oggi lavorano nel polo industriale 10.000 persone e che, se si riesce a dare quella svolta per la quale noi sindacati lavoriamo da sempre, potrebbero trovare occupazione altre migliaia di lavoratori specie nell’indotto, dai metalmeccanici, agli edili, ai servizi”.Ha poi parlato Paolo Zappulla, segretario generale provinciale della Cgil.“Quello di oggi – questa la sua disamina – è il momento più acuto della crisi e il sindacato ritiene che non ci siano più i termini per aspettare i tempi della politica. Oggi noi sindacati cambiamo passo e ci muoviamo verso il 21 giugno quando avrà luogo una grande manifestazione unitaria che coinvolgerà per i lavoratori di tutti i settori. Da qui al 21 giugno svilupperemo in tutti i settori produttivi una serie di iniziative per sensibilizzare e coinvolgere i lavoratori”. Analogo il tono dell’intervento del segretario della Uil, Stefano Munafò. “L’incontro del settore Industria di oggi, oltre a voler fare il punto della situazione-puntualizza –  è l’occasione per porre le basi su cui lavorare, sia per le iniziative da intraprendere in generale sia in proiezione della grande manifestazione del 21giugno”. Concordi i tre segretari di Cgil, Cisl e Uil sull’urgenza dello sblocco degli investimenti (bonifiche, accordo di programma, rigassificatore), così come sulla necessità di come affrontare l’emergenza della perdita di lavoro e delle imprese che chiudono i battenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com