breaking news

INSIEME PER IL RILANCIO DEL CASTELLACCIO DI LENTINI

INSIEME PER IL RILANCIO DEL CASTELLACCIO DI LENTINI
Cronaca
0

StudiCentro, Rete degli Studenti Medi e Giovane Italia insieme per il rilancio del Castellaccio di Lentini. Le Tre associazioni politico-studentesche rispettivamente centrista (vicina all’UDC), vicina alla sinistra e in particolar modo al PD e l’associazione studentesca del PDL , si uniscono per  un obiettivo comune: la salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città di Lentini.  “Ad oggi il Castrum Vetus di Federico II – spiega il coordinatore provinciale di StudiCentro, Giuseppe Portonera – non viene valorizzato come si deve e noi lentinesi rischiamo di non poter godere appieno di uno dei nostri gioielli più belli. Siamo convinti che il rilancio della nostra città debba ripartire proprio dalla riscoperta e dalla rivalorizzazione di quanto abbiamo di bello e, purtroppo, dimenticato. Il FAI (Fondo Ambiente Italiano) ha lanciato un’iniziativa che ci sembra importantissima: ‘I Luoghi del Cuore’. Noi chiediamo ai nostri concittadini di ‘adottare’ il Castellaccio, segnalandolo sul sito del FAI come ‘luogo del cuore’, all’indirizzo web http://www.iluoghidelcuore.it/castrum_vetus-castellaccio_di_federico_ii“. Spiega Stefano Randazzo, della Giovane Italia: “Lentini è da sempre alla mercé di scontri politici, che finora hanno portato solo al degrado la nostra città, con il risultato che ai giovani non interessa curare il proprio territorio e utilizzare le risorse che esso presenta. È bello vedere i giovani lavorare per il proprio paese, parlo di quei giovani attivi nella politica, di schieramenti diversi, che collaborano per un unico interesse, convinti più che mai che Lentini può ricominciare a sognare”. E Giuseppe Brancato, della Rete degli Studenti, ricorda che “Lentini ha delle bellezze e delle peculiarità sconosciute ai più: è necessario ripristinarle, come è stato fatto con il Castellaccio da poco riconsegnato alla città, ma ancora più importante è renderle vive e fruibili ai cittadini e ai turisti. In questo il FAI potrebbe esserci davvero di aiuto”. Le tre associazioni invitano quindi anche l’Amministrazione Comunale a supportare e veicolare nel miglior modo possibile questa iniziativa: “abbiamo tempo fino al 30 settembre – dicono – e contiamo di poter ottenere un buon risultato, grazie al sostegno di tutti i Lentinesi. Cominceremo con l'”adozione” Castellaccio, ma speriamo di poterla allargare a tutte le altre meraviglie nostrane, a cominciare dalla Chiesa Madre di Sant’Alfio”.  (AL)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com