breaking news

Augusta| La Camera del lavoro di Augusta prende posizione sulla sospensione di Pediatria al Muscatello

16 Maggio 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| La Camera del lavoro di Augusta prende posizione sulla sospensione di Pediatria al Muscatello
Attualità
0
Il segretario camerale Massimiliano Arena lo definisce uno “sgarbo alla città”.

Arena Massimiliano“Apprendiamo che l’attività di ricovero in atto esistente nel reparto di pediatria nel “Muscatello” di Augusta verrebbe sospesa dall’Azienda Sanitaria senza altre ulteriori spiegazioni in merito a decorrere dal 18 maggio 2016. Al di là delle ragioni che potrebbero aver determinato la decisione presa, quale una presunta carenza di personale – dice Arena – è necessario segnalare che tale evento non soltanto rappresenterebbe un gravissimo disagio per tutta la utenza direttamente interessata, ma sarebbe l’ennesimo episodio di grave sgarbo alla città di Augusta e a tutto il comprensorio interessato ai servizi offerti dal presidio Ospedaliero. E’ necessario ricordare che il presidio è da tempo al centro di un lungo programma di riqualificazione e di adeguamento degli standard che prevedeva un preciso cronoprogramma che subisce continui ritardi e mancate esecuzioni da parte dell’Asp di Siracusa.  Il cronoprogramma più volte ritardato nella sua effettiva attuazione prese il via nei locali della Prefettura di Siracusa, alla presenza dei rappresentanti di ASP e Regione, oltre che dell’Amministrazione Comunale e del comitato cittadino, il 1 giugno 2010 quando venne stabilito intanto il trasferimento del reparto di ostetricia e ginecologia dal presidio di Augusta a quello di Lentini garantendo nel primo la celere attivazione dei reparti di Neurologia e di Oncologia, oltre al temporaneo mantenimento dei quattro posti letto di Pediatria: a tutt’oggi, quindi a distanza di quasi sei anni, solo il primo trasferimento è stato effettivamente e completamente compiuto, mentre si rimane in attesa dell’effettiva attivazione dei reparti previsti. Per queste ragioni la CGIL di Augusta – conclude il segretario generale Arena –  guarda con viva preoccupazione alla scellerata decisione assunta dalla Direzione dell’ASP, che invita a revocare con effetto immediato, richiedendo l’autorevole intervento dell’Amministrazione comunale nonché della deputazione nazionale e regionale al fine di evitare l’ulteriore scippo che finirà per stritolare e impoverire la nostra città”

.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com