breaking news

LA GIUNTA COMUNALE VARA IL BILANCIO DI PREVISIONE.INDEBITAMENTO DI 7 MILIONI

LA GIUNTA COMUNALE VARA IL BILANCIO DI PREVISIONE.INDEBITAMENTO DI 7 MILIONI
Politica
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

 

Nella seduta dello scorso 26 maggio la Giunta comunale ha deliberato l’approvazione dello schema di bilancio di previsione.

Il consiglio comunale nei prossimi giorni verrà chiamato per esprimersi a votare il più importante atto di programmazione che la legge attribuisce alla sua competenza. Tale importante strumento finanziario darà finalmente la possibilità di programmare ed avviare la gestione per l’anno corrente e per il triennio 2011/2013. Come da diversi mesi è stato annunciato, il Comune ha dato risposte concrete ad una politica che il governo nazionale e regionale ha imposto alle finanze  comunali. Il bilancio riporta entrate e spese totali di circa 340 milioni, delle quali circa 126 milioni per spese correnti. Un indebitamento di circa 7 milioni ed un programma di investimenti di circa 160 milioni  finanziato per lo più da trasferimenti statali e regionali. Il taglio dei trasferimenti nazionali è stato rilevante, circa 4 milioni nel 2011 e circa 6,7 milioni dal 2012, è stato tradotto in politica di riduzione di alcune spese e di lieve potenziamento di alcune entrate. Il taglio delle risorse regionali, circa 500.00,00 ? è stato compensato con la previsione di un contributo della stessa Regione per il rimborso delle spese di ricovero dei minori sottoposti a provvedimenti dell’Autorità giudiziaria.

Sul fronte delle entrate si è preso atto della norma che impone la destinazione dei proventi delle concessioni edilizie per gli anni 2012 e 2013 solo per investimenti. Ciò peggiorando la possibilità di garantire un equilibrio corrente nel bilancio. Sul fronte delle spese si è operato con una diffusa e moderata riduzione delle stesse incidendo anche sugli interventi di lieve entità, ponendo obiettivi molto specifici di contenimento delle spese nei singoli programmi inseriti nella relazione previsionale e programmatica. Il risparmio maggiore si è avuto con il contenimento delle spesa del personale che ha visto non solo il blocco della crescita contrattuale, come previsto dal DL 78/10, ma anche la riduzione delle spese per la formazione, delle missioni, delle collaborazioni etc. . Per gli anni coperti dalla programmazione pluriennale vi sono previste ulteriori lievi riduzioni generalizzate di spesa con l’obiettivo specifico per i lavori pubblici di accantonare i ribassi d’asta e le economie per essere utilizzati a soddisfacimento delle esigenze d’investimento che potranno essere programmate negli anni a venire. In tale contesto di riduzione di spesa l’Amministrazione ha proposto la soluzione di un problema molto sentito quale quello della stabilizzazione dell’ultimo gruppo (circa 57 soggetti) di lavoratori ASU. Si è previsto di stipulare contratti di diritto privato part-time con la previsione di utilizzazione di un avanzo di amministrazione derivante dal contributo regionale già incassato negli anni scorsi. Il tutto cercando di garantire il vincolo di legge di non superare la spesa del personale dell’anno 2010. Sul fronte delle spese deve registrarsi anche il pesante vincolo del patto di stabilità che impone una riduzione della capacità di spesa. L’obiettivo che ci è stato posto è quello di totalizzare un saldo positivo di competenza tra entrate e spese di circa 5 milioni nel 2011 e di circa 9 milioni di euro nel 2012 -2013. L’obiettivo specifico deve essere quello di garantire tali vincoli avendo cura di utilizzare tutte le risorse che la norma mette a disposizione evitando che tali vincoli rappresentino grave nocumento per le imprese che lavorano per il comune. 

Assessore al Bilancio

Roberto Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com