breaking news

LA POSIZIONE DI SEL AUGUSTA SULLO SCIOPERO PER IL MUSCATELLO

LA POSIZIONE DI SEL AUGUSTA  SULLO SCIOPERO PER IL MUSCATELLO
Sanità
0

riceviamo e pubblichiamo:

 

All’indomani dello sciopero per l’ospedale Muscatello, il portavoce del Circolo Sel di Augusta, ing. Filippo De Martino, ha sottolineato come il 30 maggio 2011 sarà ricordato come il giorno della svolta verso una città non più appellabile come qualunquista, apatica e sonnolenta. Sotto gli occhi di tutti è apparsa una città che scende in campo e lotta per difendere  il suo ospedale. La manifestazione ha avuto i contorni di una lotta civile “composta”, aggettivo consono a chi è consapevole di essere nel giusto e di perseguire un fine basilare e imprescindibile per un territorio che ospita cittadini, ambienti industriali e portuali. Una lotta senza colore, che ha superato le differenze politiche e partitiche ed ha unito indistintamente tutte le forze cittadine.

Era lecito supporre che i blocchi stradali avrebbero provocato disagi e danni economici non indifferenti, ma è altrettanto vero che il disagio arrecato è stato il minimo tributo da versare a causa di una politica sanitaria insensata. E’ innegabile il dispiacere che si prova davanti ad affermazioni distruttive che sottolineano solo i disagi e trascurano volontariamente il grande esempio di coesione sociale che Augusta ha saputo dimostrare.

In conclusione, l’augurio è che il Muscatello non sia chiuso o depotenziato: che la città non sia costretta ancora a scioperi che arrechino forti disagi e danneggino l’economia urbana, che il governo regionale recepisca i bisogni legittimi del territorio e infine che la popolazione continui, con compostezza ed orgoglio, a difendere il  diritto all’assistenza sanitaria.                                                                  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com