breaking news

LA REGIONE TAGLIA I FONDI PER FRISONE

LA REGIONE TAGLIA I FONDI PER FRISONE
Attualità
0

Meno fondi per l’assistenza socio-sanitaria a Fluvio Frisone, il noto fisico nucleare siracusano. A denunciare il caso è il deputato regionale dell’Udc, Pippo Gianni che ha presentato un’interrogazione all’assessore alle Politiche sociali, Lino Leanza, per sollecitare delle iniziative volte a garantire la qualità della vita e del lavoro di Frisone. Con la decisione assunta dalla Regione, infatti, lo sicenziato non avrebbe più la possibilità di svolgere la sua attività di ricerca. Gianni definisce quello del governo reigonale “un atto ignobile”. Nel dettaglio sarebbero stati decurtati 40 mila euro dal contributo annuo che la Regione eroga a Frisone per l’assistenza personale, affidata a quatto persone, tra cui la madre, per le spese di ricerca e per la partecipazione a congressi internazionali. Fino ad oggi il piano personalizzato di assistenza socio-sanitaria destinato a Frisone prevedeva una turnazione di 5 operatori, oltre ai rimborsi spese per la partecipazione ai congressi scientifici internazionali. Tradotto in soli, il contributo che adesso sarà assegnato ogni anno a Frisone ammonterebbe a 120 mila euro in luogo degli attuali 160 mila. Secondo quanto comunica Pippo Gianni, la notizia del “taglio” ai fondi avrebbe già comportato la rinuncia da parte di Frisone alla partecipazione ad alcuni importanti eventi scientifici di portata mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com