breaking news

Catania| L’AGRICOLTURA SOCIALE AL CENTRO DELL’INCONTRO CON IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO AL MINISTERO DELLA SALUTE, PROF. CARDINALE

Catania|  L’AGRICOLTURA SOCIALE AL CENTRO DELL’INCONTRO CON IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO AL MINISTERO DELLA SALUTE, PROF. CARDINALE
Cultura
0

Il “Cutgana Talk” fa l’en plein e dopo la presenza del prof. Zichichi e del prof. Gresta, ospite d’eccezione dei lavori della giornata di ieri è stato il professor Adelfio Elio Cardinale,  Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute. Nell’auditorium della Città della Scienza, all’interno del Cutgana Talk, ciclo di incontri su argomenti di carattere scientifico, culturale e di attualità organizzati dalla “Fondazione Cutgana”, il prof. Cardinale – alla presenza del viceprefetto vicario Anna Maria Polimeni e del vicequestore Corrado Fatuzzo -, nel corso della conferenza sul tema “Agricoltura sociale come metaeconomia e futuro delle politiche di integrazione”,  ha evidenziato l’importanza e la connessione delle risorse dell’agricoltura, della zootecnia e medico-sanitarie che “rivestono un ruolo principale nel campo dell’agricoltura sociale, un termine anglosassone che indica la funzione produttiva del territorio con servizi utili in campo sociale”. Il professore Cardinale ha spaziato a tutto campo nel suo intervento, dai cibi-spazzatura, ai prodotti agricoli, ma anche sui costi della salute nei prossimi decenni e sulla rivalutazione del rapporto uomo-animale. “Proprio l’agricoltura da sempre ha rivestito un ruolo fondamentale nell’economia nazionale e continuerà questo compito sociale visto che si stanno riscoprendo nuovamente i prodotti agricoli dopo l’invasione dei cibi spazzatura tramite la presenza di catene internazionali di fast-food nel cuore delle principali città italiane oltre a cattive abitudini sia alimentari, sia comportamentali – ha spiegato il docente palermitano presidente del Cerisdi -, eppure sappiamo bene che la vita umana può allungarsi fino a 120 anni, ma a condizione che vengano rispettati tre principi: zero vizi, cinque pasti al giorno, 30 movimenti corporei al giorno. Non a caso in Parlamento da tempo si sta evidenziando l’importanza dei prodotti agricoli, più salutari, da diffondere maggiormente nelle scuole e che devono sostituire i cibi-spazzatura anche perché sono rivestiti con prodotti in plastica che comportano, da studi svolti dall’ospedale americano di San Francisco, alterazioni della tiroide ed aumenti di neoplasie”. Ottimizzazione della prevenzione; promozione dell’integrazione dei servizi nel territorio; miglioramento della sanità; riduzione delle barriere di accesso ai servizi, questi i quattro punti inseriti nel testo dell’Oms che sarà presentato a giugno a Ginevra e che il prof. Cardinale ha voluto evidenziare. In merito al rapporto uomo-animale il docente ha spiegato che “deve essere rivalutato perché il rapporto, il contatto dell’animale con l’uomo rappresenta e svolge una funzione tranquillizzante con diminuzione dello stress”. A chiudere l’intervento la rivalutazione dell’agricoltura sempre più fondamentale nella riabilitazione dei soggetti svantaggiati e dei soggetti H. Dopo l’intervento del prof. Cardinale ha preso la parola il prof. Angelo Messina, presidente della Fondazione Cutgana, che ha voluto soffermarsi  sull’attività del centro universitario Cutgana che “istituzionalmente con la gestione delle riserve protette da anni è impegnata nella tutela e salvaguardia degli agroecosistemi ed in particolar modo grazie al Centro per la salvaguardia della biodiversità (Cevasabi) istituito insieme con il Dofata della facoltà di Agraria, il Dipartimento di  Botanica ed il Parco dell’Etna per l’individuazione, collezione e tutela del patrimonio degli agro-ecosistemi siciliani”. Ennesimo incontro all’insegna della riflessione su argomenti di interesse planetario per un esperimento quello del Cutgana Talk tutto da ripetere.

Silvana Baracchi     

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com