breaking news

LE FIBRILLAZIONI NELL’UDC PROVINCIALE, MAGRO:NON SI ACCETTINO SUPINAMENTE DECISIONI PRESE ALTROVE

LE FIBRILLAZIONI NELL’UDC PROVINCIALE, MAGRO:NON SI ACCETTINO SUPINAMENTE DECISIONI PRESE ALTROVE
Politica
0

Non si arresta la polemica interna all’Udc provinciale. Ad alimentarla è un nuovo intervento del presidente provinciale, Giovanni Magro, che puntualizza di non essersi autosospeso, al contrario di quanto fatto da Turi Magro , Salvo Montagno e da altri componenti di questa area, in particolar modo nei comuni di Sortino e Noto, scenario della protesta, per via delle decisioni assunte sui candidati da appoggiare per le elezioni amministrative di maggio. Al di là di questi chiarimenti, Magro utilizza la nota diffusa in mattinata per lanciare dei messaggi chiari al resto della forza politica locale, e in particolar modo al coordinamento provinciale, guidato da Edy Bandiera.  “All’interno del partito c’è chi sposa la linea dell’autonomia e
della indipendenza, come me, e chi, invece, si accoda a quello che viene detto  e deciso altrove, con poco rispetto per il territorio e le sue rappresentanze”, osserva Magro. “Non siamo in contrapposizione con alcuno. Chiediamo, però, condivisione e non solo supina accettazione di decisioni prese a Palermo o Roma. Decisioni di cui abbiamo il massimo rispetto
ma con le quali non sempre si può essere in sintonia. In fondo, siamo maggioranza all’interno del partito e di questo dato si deve pur tenerne conto”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com