breaking news

Lentini| Agnone Bagni, Magnano: «Non cambia mai nulla»

29 Giugno 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Agnone Bagni, Magnano: «Non cambia mai nulla»
Attualità
1
L’Associazione intercomunale Agnone Bagni denuncia: «Gli stessi problemi da trent’anni a questa parte». Spiaggia sporca, viabilità in tilt, illuminazione a mezzo servizio, acqua con il contagocce. Ma il problema più grave rimane l’assenza di un parcheggio.

Rosario Magnano

Spiaggia sporca, viabilità in tilt, illuminazione a mezzo servizio, acqua con il contagocce. Per il presidente dell’Associazione intercomunale Agnone Bagni, Rosario Magnano, nella località balneare in territorio di Augusta ma frequentata soprattutto da lentinesi e carlentinesi «non è ancora cambiato nulla», nonostante fin dallo scorso settembre i rappresentanti dell’associazione si siano più volte confrontati con la giunta e il consiglio comunale di Augusta su temi quali il parcheggio, la raccolta dei rifiuti, l’erogazione dell’acqua, l’impianto di illuminazione. «Siamo all’inizio della nuova stagione balneare – spiega Magnano – e gli abitanti di Agnone Bagni si trovano a dover fare i conti con gli stessi problemi da trent’anni. Spiaggia sporca, viabilità intasata per mancanza di controlli da parte della polizia municipale, impianto di illuminazione a mezzo servizio, acqua erogata con il contagocce a causa di lavori di manutenzione che si protraggono da tempo. Di fatto – spiega ancora Magnano – paghiamo la bolletta dell’acqua per tutto l’anno per usufruirne solo per due mesi. E per di più in questi due mesi devi combattere quotidianamente per avere una pressione sufficiente a soddisfare le esigenze minime di una famiglia». Secondo l’associazione a prevalere è sempre quel «vecchio pregiudizio degli amministratori megaresi per cui Agnone Bagni è abitato da lentinesi e carlentinesi che devono solo pagare le tasse senza ricevere in cambio i servizi dovuti». «L’estate scorsa – afferma Magnano – mi accusarono di essere stato troppo indulgente con i nuovi amministratori di Augusta, di non averli incalzati troppo per la soluzione dei problemi di Agnone. Io rispondevo che non si poteva pretendere da loro che affrontassero e risolvessero gli annosi problemi della zona a un mese dal loro insediamento. Ho conosciuto – prosegue – persone perbene, animate da voglia di fare, di spendersi per il loro territorio, di ben amministrare. Abbiamo fornito loro la massima collaborazione in termini di idee, di individuazione delle criticità e delle possibili soluzioni a breve, medio e lungo termine, ben consapevoli delle difficoltà economiche in cui versa il Comune, nonché delle possibili resistenze burocratiche interne. Tuttavia, con rammarico, a oggi non posso fare a meno di dire che nulla è stato fatto. Niente di niente». Per l’associazione quello dell’assenza di un parcheggio lungo il litorale rimane il problema più grave. «Non passa giorno – ricorda Magnano – che non si parli degli sforzi dell’amministrazione per individuare un’area da adibire a parcheggio nella zona del Faro S. Croce. Nessun cenno, invece, su Agnone. Mai. Come se il problema non esistesse. Abbiamo avuto diversi incontri con gli amministratori. Abbiamo messo sul tavolo una proposta per risolvere il problema definitivamente senza costi per l’amministrazione né per i residenti. Il Comune avrebbe introitato oneri di urbanizzazione e ne avrebbe guadagnato in termini di immagine. Niente di fatto. Molti abitanti di Agnone Bagni, e io tra questi, pensano che non c’è stata la volontà dell’amministrazione di risolvere il problema».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com