breaking news

Lentini | Altri “occhi elettronici” in arrivo contro gli sporcaccioni

19 Gennaio 2018 | by Silvio Breci
Lentini | Altri “occhi elettronici” in arrivo contro gli sporcaccioni
Attualità
'
0

L’amministrazione comunale non arresta la battaglia contro l’increscioso fenomeno dell’abbandono dei rifiuti lungo stradine isolate di periferia. Presto altre telecamere in funzione.

Rifiuti abbandonati, non si arresta il fenomeno. Dopo essere stati costretti a lasciare via Carrubbazza, dove il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è diminuito grazie all’installazione di una “telecamera antidiscarica” – una speciale telecamera a infrarossi e ad alta risoluzione, donata nelle scorse settimane al Comune da un’azienda tedesca, la Mobotix, leader a livello internazionale nella produzione di apparecchiature ad alto contenuto tecnologico per l’industria e il monitoraggio ambientale – gli incivili hanno cominciato a prendere di mira altre stradine isolate di periferia, trasformate in discariche a cielo aperto nonostante i frequenti interventi di pulizia effettuati dal personale dell’impresa che ha in carico il servizio d’igiene urbana.

Le strade oltraggiate. Accade in contrada Mercadante come anche in contrada Rappis, lungo la strada provinciale 16 per Scordia, nelle immediate vicinanze del nuovo ospedale. Accade nei pressi del depuratore consortile, lungo la provinciale 67, come anche nei pressi di via Ventimiglia, a pochi metri dal campo scuola, oppure lungo la stradina che collega via Biviere con la statale 194 Catania-Ragusa, nei pressi della stazione ferroviaria, dove già è stato effettuato un intervento di pulizia.

Altri “occhi elettronici” sugli sporcaccioni. Chiaramente refrattari ad adeguarsi alle poche regole dettate in tema di raccolta differenziata dei rifiuti – peraltro effettuata con il metodo del porta a porta – numerosi lentinesi continuano a caricare la spazzatura in auto per liberarsene nelle stradine di periferia incuranti del grave danno ambientale e di immagine procurato alla città e al territorio. L’amministrazione comunale non demorde e annuncia altri “occhi elettronici” sugli sporcaccioni. Per esempio nella zona del campo scuola di via Ventimiglia. Per il 2018 previsti maggiori controlli da parte della polizia municipale. Ma l’amministrazione comunale punterebbe anche sulla collaborazione di guardie ambientali volontarie. Che però dovranno avere in mano lo strumento per combattere il fenomeno – la possibilità cioè di elevare sanzioni amministrative – senza il quale il loro impegno sarebbe vanificato.

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com