breaking news

Lentini| Avviso di garanzia a Bosco, Bongiovanni (Ora): «Massima solidarietà. Si faccia presto luce»

11 Ottobre 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Avviso di garanzia a Bosco, Bongiovanni (Ora): «Massima solidarietà. Si faccia presto luce»
Attualità
0

Continuano a far discutere le informazioni di garanzia per omissione di atti d’ufficio notificate ieri a Bosco e Mangiameli. Il coordinatore del movimento Ora: «Il sindaco saprà affrontare a viso aperto e con la giusta determinazione anche questa situazione».

????????????????????????????????????

Marco Bongiovanni

Continua ovviamente a far discutere la notizia dei due avvisi di garanzia per omissione di atti d’ufficio notificati ieri mattina al sindaco Saverio Bosco e al suo predecessore Alfio Mangiameli – provvedimento firmato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Siracusa, Giuseppe Tripi, su richiesta del sostituto procuratore Tommaso Pagano – nell’ambito delle indagini riguardanti l’annosa vicenda della non potabilità dell’acqua della sorgente Paradiso (che rifornisce il centro storico e i quartieri Soprafiera, Quartarari, San Paolo e zone limitrofe e che risulta avere ormai da tempo parametri batteriologici oltre i limiti) e i mancati interventi di manutenzione. Bosco, che ieri pomeriggio ha annunciato personalmente, con un breve post pubblicato sul proprio profilo Facebook, di avere ricevuto l’informazione di garanzia, incassa intanto il pieno sostegno dei consiglieri di maggioranza e del movimento Ora, che esprimono nei suoi confronti «massima solidarietà, nella certezza che si farà presto luce sui reali responsabili di questa delicata vicenda». «Questi primi tre mesi di mandato – scrive in una nota il coordinatore del movimento Ora, Marco Bongiovanni – sono stati caratterizzati, nonostante le difficoltà e le emergenze note a tutti, da un evidente impegno da parte del sindaco e della sua giunta, con un netto cambio di rotta nell’amministrazione della città rispetto alla deriva che l’aveva contrassegnata negli ultimi dieci anni. Siamo certi – scrive Bongiovanni – che il nostro sindaco saprà affrontare a viso aperto e con la giusta determinazione anche questa situazione». Nel post pubblicato ieri, Bosco parla di «ennesimo nodo venuto al pettine» e non manca di polemizzare per la pesante eredità ricevuta. Il provvedimento, com’è ormai noto, dispone contestualmente il sequestro della rete idrica comunale, ovvero della sorgente Paradiso, del pozzo Crocifisso e dei serbatoi Cozzonetto e Crocifisso. Le indagini, da quanto si è appreso finora, sarebbero relative al periodo che va dal giugno del 2014 a oggi, ovvero dalla data in cui la gestione del servizio idrico e dei relativi impianti passò nuovamente nelle mani del Comune dopo il fallimento della Sai8.

© Riproduzione riservata

musicafestival_650x50_def

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com