breaking news

Lentini | Concorso per il miglior cudduruni, vince quello di Rosa Ossino -Video

10 Dicembre 2017 | by Silvio Breci
Lentini | Concorso per il miglior cudduruni, vince quello di Rosa Ossino<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Attualità
0

Dieci i concorrenti in gara. Giornata intensa all’ex pescheria dove si è rinnovato l’ormai tradizionale appuntamento con il Terra Madre Day. Prodotti locali, laboratori del gusto, artigianato.

Il miglior cudduruni. È Rosa Ossino la vincitrice del concorso per il miglior cudduruni di Lentini svoltosi ieri all’ex pescheria nell’ambito della nona edizione della “Festa del pane e del cudduruni di Lentini” organizzata da Slow Food in concomitanza con il Terra Madre Day, l’annuale appuntamento che esalta il valore delle produzioni locali e si svolge in migliaia di altre località nel mondo. Prodotto da forno tra i più buoni e rinomati della tradizione culinaria locale, il cudduruni di Rosa Ossino è stato scelto tra i dieci campioni partecipanti da un’apposita commissione giudicatrice della quale facevano parte il fiduciario di Slow Food Lentini Carmelo Abramo, il segretario Salvatore Giuffrida e il socio Luca Messina, l’assessore Santi Terranova, il presidente della Pro Loco Luca Fazzino, la panificatrice Rosa Nipitella e Sebastiano Bafumi, docente all’istituto “Alfio Moncada”. Al secondo posto si è classificato il cudduruni di Salvatore Vecchio e al terzo quello di Salvatore Caruso. In passato riservato solo ai panificatori di Lentini e Carlentini, il concorso per il miglior cudduruni – focaccia realizzata con semola di grano duro e caratterizzata da farciture o di cipolla o di broccoli neri, oppure, come quest’anno, di anciti (bietole selvatiche) – è stato esteso quest’anno anche alle preparazioni casalinghe.

Il Terra Madre Day. Organizzato con il sostegno di Comune e Pro Loco, il Terra Madre Day si è svolto in collaborazione con i produttori del Mercato della Terra, che ogni sabato mattina rendono tangibile il significato di “cibo buono, pulito e giusto” con i loro prodotti locali e di stagione realizzati nel rispetto dell’ambiente. Giornata ricca di appuntamenti quella svoltasi all’ex pescheria dove insieme a una mostra-mercato di artigianato locale hanno avuto luogo anche due laboratori del gusto per scoprire aspetti poco conosciuti del cibo, uno su “Pane e formaggio” con degustazione di pani di grani antichi siciliani e formaggi a latte crudo, l’altro su “Carne o legumi?” con degustazione di lenticchie, ceci e cicerchia.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com