breaking news

Lentini | Consenso alla donazione degli organi, da ora sulla carta d’identità elettronica

5 Giugno 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Consenso alla donazione degli organi, da ora sulla carta d’identità elettronica
Attualità
0

Parte il progetto “Una scelta in Comune”. L’anagrafe abilitato alla raccolta e alla trasmissione delle dichiarazioni di volontà o dissenso alla donazione di organi e tessuti al Sistema informativo trapianti.

Via a “Una scelta in Comune”. Al momento del rilascio della carta d’identità elettronica da parte dell’ufficio anagrafe, i cittadini maggiorenni avranno finalmente la possibilità di esprimere il proprio consenso o rifiuto alla donazione di organi e tessuti in caso di morte. A più di tre anni di distanza dall’adesione al progetto “Una scelta in Comune”, adesione formalizzata con una delibera del 10 febbraio 2016, l’ufficio anagrafe è stato finalmente abilitato sul sistema Cie on line (Carta identità elettronica) alla raccolta e alla trasmissione delle dichiarazioni di volontà o dissenso alla donazione di organi e tessuti al Sit, il Sistema informativo trapianti, infrastruttura informatica istituita nel 1999 per la gestione dei dati collegati all’attività della Rete nazionale trapianti.

Brancato: «Una piccola cosa, ma che fa una comunità». Felice del risultato raggiunto l’assessore ai Servizi demografici, Rita Brancato. «La gestione di un Comune e di una comunità – sottolinea – è fatta di tante cose, grandi e piccole. Quelle grandi, come il rifacimento di una strada o di un parco giochi o anche la riqualificazione di zone degradate, sono sotto gli occhi di tutti. Poi ci sono le piccole cose, quelle che non interessano o non “appartengono” a tutti, ma che sono importanti perché una comunità possa dirsi veramente tale. Da ora, anche nel nostro Comune, sarà possibile, per chi vorrà, vedere inserito nella propria carta d’identità elettronica il consenso alla donazione degli organi. Un traguardo che ci permette di andare verso una città normale e per il quale va detto grazie a tutti quelli che si sono spesi per raggiungerlo».

L’impegno dell’Aido. A sollecitare più volte nelle scorse settimane l’abilitazione alla trasmissione delle dichiarazioni sul sistema Cie on line è stato il gruppo intercomunale dell’Aido di Lentini, Carlentini e Francofonte. Nei giorni scorsi una decina di operatori degli uffici anagrafe di Lentini e Carlentini avevano partecipato a un corso di formazione sull’argomento tenuto dalla dott.ssa Graziella Basso, medico rianimatore dell’ospedale Umberto I di Siracusa e membro del Centro regionale trapianti.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com