breaking news

Lentini| Discarica di Armicci, via ai lavori. Da oggi impresa sul posto

30 Marzo 2017 | by Silvio Breci
Lentini| Discarica di Armicci, via ai lavori. Da oggi impresa sul posto
Attualità
0

Recintata l’area del cantiere. Si confida adesso nel pronunciamento del Tar. L’amministrazione comunale indignata invita nuovamente alla mobilitazione per domani mattina. Bosco: «Cosa deve fare una città per rivendicare il diritto a difendere il proprio territorio e il proprio futuro?». Ma c’è una buona notizia: il ripristino della sesta ora per gli operatori ecologici.

armicci avvio cantiere 1La Pastorino fa sul serio. La Pastorino fa sul serio e dopo i sopralluoghi e le misurazioni dei giorni scorsi apre il cantiere di contrada Armicci per la realizzazione della discarica per rifiuti speciali non pericolosi autorizzata dalla Regione. Questa mattina l’impresa affidataria della costruzione dell’impianto – per un costo previsto di 4 milioni di euro – ha dato il via ai lavori di recinzione del sito apponendo all’ingresso del cantiere il cartello che riporta le informazioni essenziali dell’appalto.

«Non è un buongiorno». È stato lo stesso Bosco – che la scorsa settimana aveva chiesto a Crocetta di rivedere l’autorizzazione integrata ambientale rilasciata alla Pastorino, manifestando al contempo la necessità di rigorosi accertamenti su tutti i provvedimenti firmati dai funzionari coinvolti e arrestati nell’ambito della recente inchiesta della Dda di Catania su mafia e rifiuti – a scrivere questa mattina sul suo profilo social un post: «Non è un buongiorno, stanno iniziando i lavori ad Armicci. Ora la nostra comunità ha il dovere di fare sentire la propria presenza sui luoghi. Ci vediamo ad Armicci».

Si spera nel Tar. L’amministrazione comunale, che ha intrapreso in queste settimane ogni iniziativa possibile – non solo istituzionale, ma anche giudiziaria (con un ricorso al Tar, un esposto in procura e un’altra richiesta di revoca o annullamento in autotutela della autorizzazione) per fermare la realizzazione della discarica – confida nel pronunciamento del Tar atteso per il 6 aprile.

«Guardiamoli negli occhi». Sempre sui social, Bosco questo pomeriggio ha rincarato la dose invitando tutti alla mobilitazione per domani mattina alle 7.00 in contrada Armicci: «Se devono stuprare la nostra terra – ha scritto – non giriamo la testa dall’altra parte. Almeno guardiamoli negli occhi». E ancora: «Diecimila cittadini che dicono no, una istanza presentata in procura per indagare su autorizzazioni “sospette”, un ricorso al Tar per ridare la possibilità a un territorio di scegliere il proprio futuro, una istanza di revoca in autotutela per far capire al governo regionale che due arresti per le autorizzazioni ambientali è un record cui prestare attenzione. Cos’altro deve fare una città per rivendicare il sacrosanto diritto a difendere il proprio territorio e il proprio futuro?».

In questo quadro triste, una buona notizia. L’amministrazione comunale proprio questa mattina ha annunciato che gli operatori ecologici impegnati nel servizio d’igiene urbana torneranno a lavorare sei ore al giorno grazie alle economie derivanti dalla raccolta differenziata, ovvero dalla riduzione dei costi per il conferimento dei rifiuti indifferenziati in discarica, e grazie alla migliore razionalizzazione del costo del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani affidato da sei mesi al raggruppamento temporaneo di imprese tra la siracusana Tech Servizi e la catanese Clean Up. Si tratta di un incremento orario che i lavoratori attendevano da oltre cinque anni, da quando nel luglio 2011 fu sottoscritto tra sindacati e amministrazione comunale un accordo che prevedeva per gli operatori un breve e transitorio periodo di impiego part-time a cinque ore giornaliere. Un incremento orario che consentirà di migliorare ulteriormente la raccolta differenziata.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com