breaking news

Lentini| Emergenza rifiuti, M5s: «Solo scaricabarile»

11 Luglio 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Emergenza rifiuti, M5s: «Solo scaricabarile»
Attualità
'
0

Per la neo portavoce del Movimento 5 Stelle al consiglio comunale, Maria Cunsolo, «i cittadini sono stati i primi a delegare ogni responsabilità». Necessario incentivare la raccolta differenziata «per non morire di “munnizza”».

Maria Cunsolo

«Quello a cui abbiamo assistito ieri mattina nell’aula consiliare di Lentini è un enorme megagalattico straordinario scaricabarile». Lo afferma la neo portavoce del Movimento 5 Stelle al consiglio comunale Maria Cunsolo, a margine dell’assemblea dei sindaci della provincia sulla drammatica emergenza rifiuti e sulle gravissime ricadute che questa emergenza sta avendo sulla città, sul cui territorio, com’è noto, sorge la discarica della Sicula Trasporti di Grotte San Giorgio, una delle tre al momento in funzione nell’isola insieme a quelle di Trapani e Bellolampo. Una discarica che rischia il collasso dopo la decisione del presidente Crocetta di autorizzare 106 comuni siciliani a conferirvi i propri rifiuti. «I primi a scaricare e a delegare ogni responsabilità – sottolinea la Cunsolo – sono stati i cittadini lentinesi e di tutta la provincia, che oramai delusi dalla politica hanno preferito, visto il caldo e il giorno festivo, andare a mare. Nell’aula si contavano, infatti, circa duecento persone, un vero e proprio successo per un normale consiglio comunale, ma una vera e propria delusione per un incontro di quasi tutti i ventuno sindaci della provincia e per un’emergenza di tale portata. Se facciamo rapidamente i calcoli – spiega ancora la portavoce del M5s di Lentini – circa duecento persone corrispondono allo 0,5 per cento della popolazione lentinese. Se poi la proporzione la facciamo con i circa 400.000 abitanti della provincia, la percentuale si avvicina quasi allo zero. Una vera e propria dose omeopatica di partecipazione». Duro, inoltre, l’affondo della Cunsolo nei confronti dei rappresentanti delle istituzioni (Questo il documento congiunto approvato al termine dell’assemblea). «Per alcuni sindaci: “Non è colpa nostra, la colpa è del governatore Crocetta, è dell’assessore Contrafatto, è del governo nazionale”. Allora io mi chiedo: ma la maggioranza di questi primi cittadini con chi si è presentata alle varie tornate elettorali? Chi hanno suggerito di votare alle regionali o alle nazionali? Credo sia giusto – afferma – che ognuno si prenda le proprie responsabilità. Di chiacchiere ne abbiamo sentite abbastanza e siamo stanchi. Forse è per questo che il 99,99 per cento dei cittadini della provincia non si è visto e ha preferito andare al mare. Si è parlato di tutto, persino di possibili nuovi ritrovati tecnologici che fanno sparire la “munnizza” in una favolosa nube atossica agli oli essenziali. L’unica cosa da fare – conclude Maria Cunsolo – è quella di incentivare la raccolta differenziata spinta, l’unico modo per trasformare i rifiuti in risorsa, l’unico modo per non morire di “munnizza”».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com