breaking news

Lentini| Ex Alba Sud: un vertice al Comune

5 Maggio 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Ex Alba Sud: un vertice al Comune
Attualità
'
0

L’emergenza amianto affrontata in un tavolo tecnico tra Ufficio regionale amianto, Arpa, Asp e Comune. Con una ordinanza il sindaco intimerà al custode giudiziario dell’immobile di renderlo inaccessibile. Il Comune chiederà alla Regione e al ministero dell’Ambiente un finanziamento per la bonifica del sito.

L’ex Alba Sud, fabbrica dismessa che prima del fallimento si occupava della produzione di imballaggi in plastica per il settore ortofrutticolo, continua a rappresentare un gravissimo pericolo per la salute pubblica. I ruderi dello stabilimento, allora interamente rivestito di pannelli in amianto, continuano a liberare nell’aria fibre mortali che possono essere causa di asbestosi, carcinomi o mesoteliomi polmonari. Il sito deve essere reso, dunque, completamente inaccessibile. È quanto stabilito al termine di un vertice svoltosi all’ufficio tecnico del Comune tra dirigenti e funzionari dell’Ufficio regionale amianto, dell’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) di Siracusa, dell’Azienda sanitaria provinciale, con il Servizio di igiene degli ambienti di vita del distretto di Lentini e il Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, e del Comune di Lentini. Con una ordinanza sindacale, il Comune ordinerà al custode giudiziario dell’immobile, l’avvocato Dario D’Asaro, “di rendere – recita testualmente il verbale – il sito inaccessibile a persone e mezzi e di apporre inoltre, lungo tutto il perimetro, cartelli che segnalino il pericolo di presenza di amianto». Il Comune, inoltre, così come suggerito dal dirigente dell’Ufficio regionale amianto, Rosario Di Prazza, predisporrà una formale richiesta al Dipartimento dell’acqua e dei rifiuti dell’assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di pubblica utilità e al ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare «di finanziamento in danno per la bonifica del sito in quanto estremamente pericoloso per la salute pubblica». La legge 10 del 2014, infatti, prevede finalmente dei fondi a favore dei Comuni allo scopo di bonificare siti privati contenenti amianto. Nel corso del vertice è stato il sindaco Alfio Mangiameli a esporre la storia del sito. Nata all’inizio degli anni Settanta, l’ex Alba Sud Imballaggi sorge ai margini del perimetro urbano di Lentini, lungo il fianco settentrionale della strada statale 194 Catania-Ragusa, a poche decine di metri dalla zona Asi e dalla caserma del locale distaccamento dei vigili del fuoco. Oggi rappresenta un’autentica bomba ambientale a cielo aperto a poche decine di metri dal centro abitato. Circa 25.000 metri quadrati di amianto, secondo la scheda allegata al Piano comunale amianto approvato dalla giunta municipale lo scorso novembre. Avviata anni fa, la bonifica del sito, oggi di proprietà di una società con sede a Melilli, non è stata mai ultimata, nonostante le ripetute sollecitazioni dell’amministrazione comunale. Il completo smantellamento della struttura e lo smaltimento dell’amianto prevedevano una spesa complessiva di circa 500.000 euro. Redatto il progetto e ottenute le necessarie autorizzazioni, fu dato il via ai lavori, ma poi, a quanto pare, la società esaurì le risorse e la bonifica del sito fu inaspettatamente interrotta. Nel corso del tavolo tecnico è stato inoltre concordato che l’Arpa esegua nel sito dei rilevamenti per accertare la presenza e la quantità delle fibre di amianto disperse nell’aria, poiché solo accertando la reale pericolosità del sito i fondi necessari per la bonifica possono essere richiesti al Dipartimento dell’acqua e dei rifiuti. Da parte loro, i funzionari dell’Arpa hanno sollecitato un più incisivo e costante controllo del territorio da parte dei vigili urbani per contrastare il fenomeno dell’abbandono incontrollato anche di rifiuti pericolosi.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com