breaking news

Lentini | Fondi per le strutture scolastiche, M5s: «Opportunità per i Comuni»

25 Ottobre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Fondi per le strutture scolastiche, M5s: «Opportunità per i Comuni»
Attualità
'
0

Un piano straordinario del Ministero per le verifiche sui solai e sui controsoffitti prevede un investimento di 40 milioni di euro per il 2020 e di 25,9 milioni di euro per interventi urgenti.

Il bando del Ministero. Un piano straordinario per le verifiche sui solai e sui controsoffitti degli edifici pubblici destinati a uso scolastico, messo a punto dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, prevede un investimento di 40 milioni di euro per il 2020. Il decreto del Ministero è dello sc

orso agosto. Altri 25,9 milioni di euro sono destinati a interventi urgenti che si dovessero rendere necessari a seguito delle verifiche svolte. Una opportunità che i Comuni devono cogliere al volo, come auspica il Movimento 5 stelle, che con una nota a firma del deputato nazionale Filippo Scerra e della consigliera comunale Maria Cunsolo ha sollecitato l’amministrazione comunale lentinese a presentare la propria candidatura entro il prossimo 29 novembre. «L’avviso pubblico per il finanziamento di verifiche e indagini diagnostiche relative a elementi strutturali e non strutturali è destinato – ricordano Scerra e Cunsolo – agli enti locali proprietari di immobili adibiti a uso scolastico censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica».

Le risorse disponibili. Per le verifiche strutturali da effettuare nelle scuole sono disponibili complessivamente 40 milioni di euro ed è prevista, inoltre, una quota ulteriore di 25,9 milioni di euro da assegnare successivamente per gli interventi urgenti di messa in sicurezza che dovessero rendersi necessari all’esito delle indagini sui solai e i controsoffitti. Larga la fetta delle somme messe a disposizione dei Comuni. Il 30% delle risorse da assegnare attraverso la procedura è infatti riservato a province e città metropolitane, mentre la restante percentuale è a favore dei Comuni o unioni di Comuni. Le candidature saranno selezionate sulla base di alcuni criteri quali la vetustà degli immobili con particolare riferimento a quelli costruiti prima del 1970, la zona sismica, la popolazione scolastica, la tipologia costruttiva dei solai, l’assenza di finanziamenti negli ultimi cinque anni per interventi strutturali o per indagini diagnostiche e l’eventuale quota di cofinanziamento.

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com