breaking news

Lentini| Gestione rifiuti, la Tech Servizi subentra alla Igm Rifiuti Industriali

21 Settembre 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Gestione rifiuti, la Tech Servizi subentra alla Igm Rifiuti Industriali
Attualità
'
0

Il servizio di igiene urbana affidato per un semestre (1 ottobre – 31 marzo) a una nuova impresa. Il sindaco ha firmato questa mattina una ordinanza “contingibile e urgente”. La Tech gestirà il servizio a fronte di un canone mensile di 198.933 euro.

Nuovo gestore. Sarà la società siracusana Tech Servizi Srl il nuovo gestore del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Dal prossimo 1 ottobre subentrerà alla Igm Rifiuti Industriali Srl, società che da poco più di cinque anni, ovvero dal 6 luglio 2011, una proroga dietro l’altra, aveva in carico il servizio di gestione integrata dei rifiuti. È infatti di oggi, 21 settembre, l’ordinanza “contingibile e urgente” numero 20 con la quale il sindaco Saverio Bosco ha affidato alla nuova società il servizio d’igiene urbana per sei mesi, ovvero dal prossimo 1 ottobre (l’ultima proroga alla Igm, la numero 13 del 30 giugno, firmata dallo stesso Bosco scadrà il 30 settembre) al 31 marzo 2017.

airL’avviso esplorativo. La Tech Servizi Srl è una delle tre imprese – in realtà si tratta di un Rti, un raggruppamento temporaneo di imprese tra la Tech Servizi Srl (capogruppo mandataria) e la catanese Clean Up Srl (mandante) – che hanno risposto all’avviso esplorativo pubblicato lo scorso 9 giugno dall’amministrazione Mangiameli e finalizzato alla individuazione della disponibilità da parte di imprese del settore ad assumere la gestione del servizio di igiene urbana a Lentini. Le altre due sono state La Belmontese Soc. Coop. a r.l. di Palermo e un altro raggruppamento temporaneo di imprese costituito tra la New System Service Soc. Cons. a r.l. di Marsala (capogruppo mandataria) e la siracusana Ionica Ambiente Snc (mandante), che avevano offerto rispettivamente un ribasso del 6.1616 per cento e del 10.1515 per cento sull’importo a base d’asta pari a 1.259.788 euro Iva compresa, ma che sono state escluse poiché, nel rispondere all’avviso esplorativo, avevano presentato la documentazione amministrativa senza la richiesta offerta tecnica.

Le nuove condizioni. La Tech Servizi – l’unica delle tre imprese ad avere presentato, unitamente all’offerta economica, anche un’offerta tecnica in grado, si legge nell’ordinanza firmata questa mattina dal primo cittadino, «di assicurare efficienza ed efficacia nell’esecuzione del servizio di igiene urbana della città e in modo particolare l’attuazione della raccolta differenziata di qualità» – ha invece offerto un ribasso del 5.2538 per cento sull’importo a base d’asta. Tenendo conto, dunque, del ribasso offerto, la nuova impresa assumerà in pratica il servizio di igiene urbana a fronte di un canone mensile, Iva compresa, pari a 198.933 euro, ovvero a fronte di un importo complessivo, per l’intero semestre, pari a 1.193.602 euro. Come viene meglio specificato nell’ordinanza “contingibile e urgente”, anche in questo caso si tratta di un affidamento che deroga alle procedure ordinarie in quanto dettato dalla necessità di scongiurare una interruzione del servizio che provocherebbe gravi conseguenze sotto il profilo igienico-sanitario.

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com