breaking news

Lentini | Incendi, Cunsolo (M5s): «Ogni anno la stessa storia»

23 Giugno 2021 | by Silvio Breci
Lentini | Incendi, Cunsolo (M5s): «Ogni anno la stessa storia»
Attualità
'
0

«Eppure i mezzi per prevenire o quantomeno contenere il fenomeno ci sono». Nei roghi arsi vivi tanti animali, altri salvati dai volontari. Patto civico per Lentini: «Territorio vulnerabile, occorre prevenzione e programmazione».

Ogni anno la stessa storia. «Ogni anno è sempre la stessa storia. Con le temperature elevate, le sterpaglie che proliferano in periferia e dentro l’abitato prendono fuoco. Certo non per autocombustione, ma per negligenze e per mano di criminali che agiscono indisturbati. La condanna nei confronti di questi che non possono nemmeno essere chiamati uomini deve essere netta e assoluta. Eppure i mezzi per prevenire o quantomeno contenere il fenomeno ci sono». Lo sottolinea la consigliera comunale del M5s, Maria Cunsolo, in una nota diffusa oggi a margine degli incendi che ieri hanno devastato nel primo pomeriggio la città e il territorio. Secondo l’esponente del M5s «occorre fare l’ordinanza e reiterarla ogni anno in modo da ricordare alle persone che hanno il dovere di scerbare e pulire le aree incolte di loro proprietà e occorre pulire in tempo i terreni di proprietà del comune, disporre le attività di controllo da parte dei vigili urbani e sanzionare chi non osserva la legge».

La tragedia: cani arsi vivi. «A Lentini tutto questo è stato fatto? Dalle testimonianze dei residenti nelle zone colpite pare proprio di no. Anzi – scrive la Cunsolo – i cittadini lamentano l’assoluto stato di abbandono e di non ascolto da parte di questa amministrazione. Ieri non ci sono stati morti tra la popolazione e i danni alle cose sembrano essere tutto sommato contenuti. Ma la tragedia c’è stata! Nei roghi infatti sono morti, arsi vivi, tantissimi animali che vivevano nella sterpaglia, in pieno centro abitato. Le immagini di alcuni cittadini volontari, sporchi di fuliggine e non curanti del pericolo, con in braccio cuccioli strappati alla morte certa (nella copertina una foto gentilmente concessaci da Luca Graziano Valenti), non possono non farci riflettere, non possono lasciarci insensibili. Volontari lasciati da soli a combattere una piaga come quella del randagismo. Nessun piano sistematico di sterilizzazione e castrazione. Colonie di cani e gatti in vari quartieri della città e volontari disperati che devono far fronte alle spese di cibo e alle lamentele per gli odori nauseabondi dovuti alle deiezioni e alle carcasse degli stessi animali che muoiono. Una situazione drammatica, per la presenza di numerosi cani e gatti non sterilizzati che si riproducono con rapidità, che ha portato alcuni residenti di via Nisida e via Ventimiglia a diffidare il sindaco».

Patto civico per Lentini: «Territorio vulnerabile». Sulla vicenda interviene anche il Patto civico per Lentini. «Il violentissimo incendio divampato ieri nella nostra città – scrive in una nota – ha dimostrato per l’ennesima volta la vulnerabilità del territorio. La presenza di lotti di terreno incolti rappresenta ogni anno terreno fertile per il ripetersi di questi eventi. E se a volte la causa è la mano irresponsabile e criminale dell’uomo, è anche vero che l’incuria dei proprietari e di chi ha tutti gli strumenti necessari per costringerli a eseguire la pulizia dei terreni concorre a che ciò si verifichi. Gli abitanti della zona Carrubbazza lamentano di aver presentato da tempo un esposto agli organi competenti contro i proprietari del lotto in cui si è verificato l’incendio per la sua incuria e pericolosità e hanno anche informato il sindaco della gravità della situazione. È evidente che solo un attento controllo del territorio mirato a individuare le numerosissime aree a rischio, a ripulire gli spazi di proprietà comunale dalla sterpaglia, a intimare ai proprietari la pulizia dei loro terreni, intervenendo in via sostitutiva con l’addebito dei costi e con sanzioni per gli inadempienti, può evitare il rischio di nuovi focolai».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com