breaking news

Lentini | Migranti, domani l’apertura delle buste per il centro Sprar

27 Novembre 2017 | by Silvio Breci
Lentini | Migranti, domani l’apertura delle buste per il centro Sprar
Attualità
1

Riprende l’iter burocratico dopo la sospensione delle scorse settimane. La commissione tecnica si riunirà alle 10 per esaminare le candidature presentate da due organizzazioni del terzo settore.

Le candidature e il compito della commissione. Si svolgerà domattina, alle 10, la prima riunione della commissione tecnica incaricata dell’esame delle candidature presentate dalle due organizzazioni del terzo settore – il raggruppamento temporaneo d’imprese costituito dalla Ad Maiora di Mazzarino e dalla Cooperativa Montesolidale di Montedoro e il Consorzio Sol.Co. di Catania – interessate alla gestione di un centro di seconda accoglienza nell’ambito del sistema nazionale di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Riprende dunque l’iter burocratico che nelle scorse settimane, nel pieno delle polemiche tra favorevoli e contrari, l’amministrazione comunale aveva deciso momentaneamente di sospendere in attesa di promuovere un confronto con la città, con le forze politiche e le associazioni. La commissione tecnica è di fatto incaricata di verificare la rispondenza delle proposte progettuali agli obiettivi indicati nell’avviso a suo tempo pubblicato dall’amministrazione comunale e alle finalità fissate dal ministero dell’Interno.

Il passo indietro di Rinascita Leontina. Nei giorni scorsi, intanto, si è registrato il sostanziale passo indietro di Rinascita Leontina rispetto alla iniziale proposta di un referendum consultivo per conoscere l’opinione dei lentinesi. Forza politica contraria all’accoglienza dei migranti, Rinascita Leontina ha parlato di «scarsissimo interesse dei cittadini» rispetto all’incontro pubblico tenutosi a Palazzo Beneventano e a un consiglio comunale aperto richiesto dai consiglieri di opposizione. «In entrambe le occasioni, peraltro abbondantemente pubblicizzate – ha scritto – si è registrata una scarsissima partecipazione di pubblico che non può essere valutata se non come chiara manifestazione di uno scarsissimo interesse dei cittadini». «Prendiamo atto che contrariamente alle apparenze – ha scritto in una nota – diventa inutile pensare a un referendum che verosimilmente non susciterebbe maggiore interesse rispetto alle iniziative fin qui svolte».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com