breaking news

Lentini | Piante di passulunara nelle scuole e in aree pubbliche, iniziativa di Slow Food

16 Maggio 2022 | by Silvio Breci
Lentini | Piante di passulunara nelle scuole e in aree pubbliche, iniziativa di Slow Food
Attualità
'
0

Coinvolti gli istituti “Alfio Moncada” (oggi), “Guglielmo Marconi” (domani) e “Vittorini – Gorgia” (mercoledì). Iniziativa di Slow Food Sicilia e della condotta Slow Food Monti Sicani in occasione della Giornata della Terra. La “passulunara” varietà a rischio di estinzione.

L’iniziativa. Esemplari di piante d’olivo della varietà “passulunara”, una varietà purtroppo a rischio di estinzione, saranno piantati nelle aree a verde di tre istituti scolastici della città per iniziativa della locale condotta di Slow Food in occasione della 52ma edizione della Giornata della Terra (Earth Day). Slow Food Sicilia, in collaborazione con la condotta Slow Food Monti Sicani, ha infatti donato un quantitativo di piante d’olivo della varietà “passulunara” alle condotte e alle comunità del cibo siciliane, con l’impegno di piantarle in spazi pubblici come scuole, parchi o giardini oppure in orti privati.

Le scuole coinvolte. Slow Food Lentini le metterà a dimora a partire da oggi. Il primo ulivo è stato piantato questa mattina nel cortile d’ingresso dell’istituto superiore “Alfio Moncada”. Un altro esemplare di “passulunara”, una tradizionale cultivar a duplice attitudine presente nei Monti Sicani con diversi esemplari secolari a rischio di regressione, sarà piantato domano 17 maggio all’istituto comprensivo “Guglielmo Marconi”, il terzo mercoledì 18 maggio al liceo “Vittorini – Gorgia”. Altre piante saranno messe a dimora nell’area della chiesa rupestre del Crocifisso, in territorio di Carlentini. Ulteriori piantumazioni sono previste in alcune aree pubbliche di Lentini e nelle aziende di cinque produttori del Mercato della Terra di Lentini.

La “passulunara”. Il progetto di Slow Food Sicilia prevede la distribuzione di 250 di piante alle condotte siciliane, mettendo in atto una strategia di conservazione ex situ del germoplasma olivicolo. La “passulunara” produce un olio extra vergine dal fruttato medio intenso, dolce, fragrante, con note erbacee, di mandorla e di frutta matura. I frutti avvizziscono sulla pianta fino a completa maturazione e possono essere consumati direttamente o a seguito di una lieve salatura. Oltre agli obiettivi di conservazione della biodiversità, non trascurabile è il beneficio ambientale che queste piante possono assicurare come straordinari serbatoi di carbonio – ovvero la possibilità che hanno di convertire la Co2 (agente inquinante) in sostanza organica come olio ed anche legno, frutti, foglie che gradualmente si degradano e vanno ad arricchire il suolo.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *