breaking news

Lentini| Querelle in “Lentini Protagonista”

8 Luglio 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Querelle in “Lentini Protagonista”
Politica
'
1

Immediata la replica di Mario Pancari al polemico abbandono del movimento da parte di Antonio Pino, Rossana Fangano e Antonino Pulvirenti.

Scoppia la querelle all’interno di “Lentini Protagonista” dopo il polemico abbandono del movimento vicino al deputato regionale Vinciullo da parte di Antonio Pino, Rossana Fangano, Antonino Pulvirenti e altri militanti. La replica di “Lentini Protagonista” è immediata e arriva a firma di Mario Pancari, ex consigliere comunale di Carlentini, secondo cui quanto accaduto all’interno del movimento non è, come lo ha definito Pino, «un terremoto». Non è, come scrive Pancari, «neppure una scossa lieve». «Apprendiamo con stupore – scrive Pancari – di una nota diramata da Antonio Pino che fa riferimento a un non meglio precisato “terremoto politico” che investirebbe il radicato e ampiamente riconosciuto movimento civico “Lentini Protagonista”. Si ritiene utile precisare che nessun portavoce e nessun membro del direttivo si è dimesso, per il semplice quanto ovvio motivo che mai si è dato corso, negli anni, alla nomina di alcun portavoce né di alcun direttivo. Nessuno – afferma Pancari – può quindi dimettersi da una carica che non ha mai avuto. Il movimento, al contrario, si è sempre caratterizzato per una costante e serrata dialettica democratica e le decisioni sono state assunte sempre congiuntamente e unanimemente. Quanto ai “dieci” membri del direttivo, non si riesce a comprendere a cosa si faccia riferimento considerato che, differentemente da altre forze politiche, in “Lentini Protagonista”, così come in “Carlentini Protagonista”, non si è mai proceduto a una strutturazione in ragione del fatto che tutti i componenti hanno sempre esercitato il pieno diritto di partecipare attivamente alla vita del movimento senza un direttivo o un portavoce. È fisiologico – prosegue Pancari – che in un gruppo che conta centinaia di componenti che qualcuno, siano due, tre o addirittura quattro, scelga di prendere altre strade. Lo stesso vale per l’autoproclamatosi “portavoce” che ha ampiamente diritto di prendere le distanze forse per diversità di vedute o forse per la consapevolezza che il percorso all’interno del gruppo, non per scelta propria ma di altri, era arrivato ormai al capolinea». Per Pancari, ancora, la comunità e il territorio non hanno bisogno di «piccole beghe personali» ma di «uomini e donne dediti alle problematiche che le nostre comunità, carlentinese e lentinese, vivono». «I nostri rappresentanti, Giuseppe Vasta nel consiglio comunale di Lentini, Carlo Cardillo in quello di Carlentini e Daniele Bosco nel consiglio circoscrizionale di Carlentini Nord, sono sempre – conclude Pancari – al servizio della collettività per cercare di interpretarne esigenze e coglierne critiche. È il mandato che gli oltre duemila elettori di Carlentini e Lentini ci hanno dato. Questa è la Politica che ci piace. Quella del servizio. Quella con la P maiuscola. Questa è la politica che avevo in testa e continuo ad avere sin da quando, nel lontano 2008, venni eletto al consiglio comunale di Carlentini per poi continuare l’attività sul territorio con tutti gli amici, compresi quelli che oggi hanno deciso di andare via».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com