breaking news

Lentini | Servizio di tesoreria comunale, al via la gara telematica sul Mepa

10 Dicembre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Servizio di tesoreria comunale, al via la gara telematica sul Mepa
Attualità
'
0

Intanto ancora una proroga in attesa dell’espletamento della gara. Scarsa rimuneratività del servizio e gli istituti di credito scappano.

L’amministrazione si rivolge al Mepa. Per la ricerca di un nuovo operatore economico cui affidare il servizio di tesoreria comunale nel 2020 (con l’eventuale proroga per un altro anno) l’amministrazione si rivolge al Mepa, il Mercato elettronico della pubblica amministrazione. A gestire però la tesoreria comunale fino al 31 dicembre prossimo – e nel 2020 fino a quando non sarà ultimata la gara telematica – sarà la Banca Agricola Popolare di Ragusa, cui il servizio era stato affidato nel dicembre dello scorso anno tramite sottoscrizione di una convenzione. Nello specifico, il servizio obbliga l’istituto di credito a provvedere alla riscossione delle entrate, al pagamento di tutte le spese che fanno capo all’ente e alla custodia di titoli e valori, e costa alle casse comunali 36.600 euro, Iva compresa, per l’intero esercizio finanziario.

Il fenomeno delle gare deserte. Come si ricorderà, tra il 2017 e il 2018 l’amministrazione comunale lentinese ha provato, per diverse volte inutilmente, ad affidare il servizio di tesoreria per il quinquennio 2018-2023. Nel marzo dello scorso anno nessuno dei nove istituti di credito invitati a una procedura negoziata espletata dalla Centrale unica di committenza presentò una propria offerta. E così anche nel precedente mese di gennaio e nell’estate del 2017. Anche in quelle occasioni, infatti, le gare per l’affidamento del servizio erano andate purtroppo deserte. Nello stesso provvedimento con il quale il coordinatore del settore economico-finanziario del Comune dà il via alle procedure per l’espletamento della gara telematica si fa riferimento al consistente aumento del fenomeno delle “gare deserte” a causa della scarsa rimuneratività da parte degli istituti di credito. Il criterio di selezione delle offerte sarà quello del minor prezzo con riferimento al compenso per la gestione del servizio di 36.600 euro l’anno.

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *