breaking news

Lentini| Sindaci: «Ciclo rifiuti anno zero»

11 Luglio 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Sindaci: «Ciclo rifiuti anno zero»
Attualità
0
Il documento dei ventuno sindaci della provincia di Siracusa approvato al termine dell’assemblea svoltasi nell’aula consiliare del comune di Lentini. «Disappunto per una politica regionale che non ha pianificato negli anni un adeguato sistema del ciclo dei rifiuti».

La condanna ferma, al di là delle appartenenze politiche, della gravità dell’attuale sistema di smaltimento dei rifiuti. È la condanna dei sindaci della provincia di Siracusa, riunitisi ieri mattina in assemblea nell’aula consiliare del comune di Lentini per affrontare l’infernale emergenza rifiuti. Al termine dell’incontro i ventuno sindaci della provincia hanno approvato e diffuso un documento. «Lo stato emergenziale – si legge – nasce dalla decisione della Regione di consentire ai comuni della Sicilia occidentale di conferire i propri rifiuti presso la discarica che insiste sul territorio di Lentini e nella quale, dopo la chiusura di quella di Augusta, i comuni della provincia conferiscono i propri rifiuti solidi urbani. Tale circostanza sta rendendo impossibile per le amministrazioni locali garantire un regolare e puntuale smaltimento dei rifiuti, con evidenti rischi per la salute e l’ordine pubblico delle comunità amministrate. I Sindaci – si legge ancora – hanno inoltre manifestato unanimemente il proprio disappunto per una politica regionale che non ha pianificato negli anni un adeguato sistema del ciclo dei rifiuti, in particolare non prevedendo una impiantistica idonea a consentire sistemi locali efficienti di raccolta differenziata e scaricando la responsabilità sulle amministrazioni comunali. Condividendo le rivendicazioni che negli ultimi anni Anci Sicilia ha condotto in tale ambito, i sindaci della provincia hanno chiesto di incontrare il prefetto per comprendere insieme a lui come superare lo stato di emergenza venutosi a creare a causa delle decisioni del governo regionale. I sindaci, infine, si sono dichiarati disponibili a entrare nel merito di tutte le questioni che gravitano intorno all’universo rifiuti, minacciando proteste eclatanti se non vi sarà un immediato intervento risolutorio da parte della Regione. Consapevoli del fatto che – conclude il documento – dopo aver risolto l’emergenza, si dovrà con urgenza affrontare con il governo regionale, in modo compiuto e con azioni di sistema, la drammatica situazione generale, che vede la Sicilia fanalino di coda in ordine alla gestione sostenibile e moderna del ciclo dei rifiuti».

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com