breaking news

Lentini| Tutto il Pd al fianco di Andrea Zarbano

2 Maggio 2016 | by Silvio Breci
Lentini| Tutto il Pd al fianco di Andrea Zarbano
Politica
'
0

Vertice con il segretario provinciale Alessio Lo Giudice. Sgombrato il terreno dalle voci su un clamoroso ritiro del vincitore delle primarie. Il Pd contro coloro che «hanno indossato ipocritamente il vestito di rinnovatori». Nei prossimi giorni la presentazione della coalizione. A sostegno di Zarbano il Pd, Lentini Bene Comune e una lista civica.

Postata sui profili social di diversi militanti del Partito democratico, la foto che ritrae in un conciliante e sorridente abbraccio il segretario provinciale Alessio Lo Giudice con il vincitore delle primarie del centrosinistra Andrea Zarbano, i suoi due ex sfidanti Angelo Maenza e Alfio Grimaldi e lo stesso Siracusano, sembra avere definitivamente sgombrato il terreno dalle voci su un possibile e clamoroso ritiro di Zarbano dalla competizione elettorale. Voci circolate negli ultimi giorni con sempre maggiore insistenza e suggerite, probabilmente, dalla vivace dialettica interna e dai delicati equilibri che da sempre caratterizzano, non soltanto in ambito locale, i rapporti tra le diverse anime del partito: renziani da una parte, riformisti dall’altra, militanti Dem dall’altra ancora. Se con i suoi 1236 elettori le primarie avrebbero da una parte confermato ancora una volta il Pd come una delle forze più rappresentative del panorama politico cittadino, dall’altro, lasciando inevitabilmente sul campo un vincitore e due sconfitti, uno dei quali peraltro per appena una manciata di voti, avrebbero finito col rinfocolare incomprensioni e riacutizzare ferite. Incomprensioni e ferite che, forse di fronte al temuto rischio di un isolamento, avrebbero messo in crisi il vincitore delle primarie e avrebbero reso necessario un confronto chiarificatore alla presenza dei vertici provinciali del Pd. La foto postata sui social che ritrae appunto un sorridente Lo Giudice abbracciato agli altrettanto sorridenti Siracusano, Zarbano, Maenza e Grimaldi la dice lunga sui risultati del faccia a faccia tra vincitore delle primarie e sconfitti e sugli esiti della mediazione del segretario provinciale del partito. Esiti confermati anche dal documento approvato all’unanimità, al termine dell’incontro di sabato, dai componenti il direttivo locale del Pd, che «si impegnano pubblicamente a sostenere, in tutte le forme e i modi che il partito riterrà opportuni, Andrea Zarbano quale candidato sindaco unitario del centrosinistra lentinese». «Nella competizione per eleggere il nuovo sindaco di Lentini – si legge nel documento a firma del segretario Alex Siracusano – il tentativo di alcuni candidati di mistificare la realtà è sinora l’unico vero punto programmatico che li caratterizza. Alcuni consiglieri comunali uscenti che, per quasi due mandati interi, hanno riscaldato i banchi del consiglio comunale senza mai avanzare alcuna proposta concreta e facendo sentire la loro voce solo per difendere interessi particolari a discapito delle esigenze reali dei cittadini, hanno indossato ipocritamente il vestito di rinnovatori. Usano l’argomento del ricambio generazionale solo per nascondere il loro vero volto di eredi di una tradizione consociativa che nel passato ha condannato Lentini agli sprechi e al disinteresse per lo sviluppo del territorio. Dinanzi a tanto trasformismo che mira a nascondere anni di incapacità a esercitare il ruolo avuto – sottolinea Siracusano – i democratici lentinesi hanno scelto l’unica strada ragionevole in grado di garantire un futuro concreto alla comunità: unire le energie sane del centrosinistra, anche quelle che hanno avuto un atteggiamento critico nei riguardi delle scelte dell’amministrazione uscente, e fonderle in un progetto unificante e serio che anteponga le necessità dei lentinesi a ogni aspirazione individuale di protagonismo o di carriera. Lo abbiamo fatto scegliendo il candidato sindaco con le primarie e coinvolgendo democraticamente i militanti e gli elettori del centrosinistra nella decisione. Abbiamo dato, e continueremo a dare, segnali tangibili di rinnovamento e innovazione nelle proposte e nei contenuti. Le primarie del 3 aprile – conclude il segretario cittadino del Pd – hanno visto la partecipazione, in appena 12 ore di votazioni, di 1236 elettori lentinesi e hanno indicato Andrea Zarbano come il candidato sindaco del centrosinistra. Con Zarbano inizia un percorso che dovrà condurre a una nuova esperienza di governo per la città. Nei prossimi giorni Zarbano presenterà la propria candidatura, l’aggregazione di forze che lo sostiene e le proposte programmatiche della coalizione, fondate sulla conoscenza delle problematiche amministrative da affrontare e sulla concretezza delle soluzioni da adottare».

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com