breaking news

Lentini | Vaccinare talassemici e drepanocitici, appello della Fasted Sicilia all’assessore Ruggero Razza

10 Marzo 2021 | by Silvio Breci
Lentini | Vaccinare talassemici e drepanocitici, appello della Fasted Sicilia all’assessore Ruggero Razza
Sanità
'
0

Paura per la recente morte al Civico di Palermo di due fratelli cinquantenni talassemici. Ammonta a 1.494 il totale dei pazienti nell’isola. Lettera della presidente Ketry Scarlata.

Vaccinare talassemici e drepanocitici. La Fasted Sicilia, la Federazione delle associazioni siciliane di talassemia, emoglobinopatie e drepanocitosi, ha inviato una nota all’assessore regionale alla salute Ruggero Razza per chiedere l’urgente avvio della vaccinazione anti-covid nella popolazione con talassemia e drepanocitosi. La sollecitazione segue di poche ore i due gravi lutti registrati a causa del Covid-19 che hanno colpito due pazienti con talassemia major. Con la nota a firma della presidente Ketry Scarlata, la Fasted Sicilia Onlus ha esortato l’assessore alla salute ad autorizzare urgentemente l’avvio delle vaccinazioni per i talassemici e i drepanocitici, considerando che i centri di talassemia ieri hanno già trasmesso i dati numerici delle adesioni dei propri pazienti.

La lettera di Fasted Sicilia Onlus. «Il totale dei pazienti – si legge – ammonta a 1.494, numero relativamente poco significativo nell’economia di scala regionale, che potrebbe essere assorbito senza grossi contraccolpi dal sistema generale. Essendo tra l’altro consci del fatto che già con la prima somministrazione avremmo una certa e non indifferente protezione. Altre regioni come Lazio e Calabria, con numeri meno elevati del nostro, hanno già avviato la vaccinazione su talassemici e drepanocitici. La questione vaccini – si legge ancora – ha assunto una dimensione drammatica, proprio in queste ore per noi, per i due gravi lutti a causa del Covid registrati a Palermo nella rianimazione del Civico e costati la vita a due fratelli cinquantenni talassemici major (il padre è anch’egli grave in rianimazione), eventi che appaiono ingiustificati in costanza della diffusione ormai da due mesi e mezzo di un vaccino che avrebbe risparmiato queste e chissà quante altre vittime. L’introduzione del vaccino AstraZeneca, peraltro, ha instaurato un doppio binario per il quale paradossalmente categorie meno a rischio ad oggi risultano già protette. Pensiamo che non si possa aspettare oltre, in quanto diventa assurdo morire di Covid dopo anni di estenuanti cure per la talassemia e la drepanocitosi, avendo a portata di mano la soluzione rappresentata dal vaccino».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com