breaking news

Lentini | Vandalizzata la Camera del Lavoro, coro di ferma condanna dell’episodio

28 Agosto 2017 | by Silvio Breci
Lentini | Vandalizzata la Camera del Lavoro, coro di ferma condanna dell’episodio
Cronaca
0

I malviventi hanno fatto irruzione negli uffici del sindacato, in via Conte Alaimo, nella notte tra sabato e domenica. Locali messi a soqquadro. Danneggiato l’impianto di amplificazione delle sala delle conferenze.

Camera del Lavoro vandalizzata. Coro unanime di condanna nei confronti degli ignoti autori dell’atto vandalico perpetrato nella notte tra sabato e domenica ai danni della storica sede della Camera del Lavoro di Lentini, nella centralissima via Conte Alaimo. Dopo avere scardinato una finestra che si affaccia sul cortile interno di via Italia, peraltro protetta da una robusta grata in ferro, dei balordi sono riusciti a penetrare negli uffici del sindacato mettendoli letteralmente a soqquadro. I malviventi, forse alla ricerca di denaro, hanno rovistato armadi e scrivanie e disseminato sul pavimento documenti e suppellettili. Presi di mira, in particolare, gli uffici del Caf e quello del responsabile di zona della Cgil. Non contenti hanno fracassato anche le casse dell’impianto di amplificazione della sala delle conferenze. Ad accorgersi dell’atto vandalico è stato un funzionario dell’ufficio Servizi sociali, la cui sede prospetta sul cortile di via Italia. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri.

Alessandro Vasquez (Cgil). Amareggiato il segretario della Camera del Lavoro, Alessandro Vasquez. «Siamo dispiaciuti per quanto accaduto – afferma – poiché un attacco alla Cgil non è mai un attacco banale. Stiamo cercando di capire se è stata l’azione del balordo di turno oppure l’episodio è legato in qualche modo alle nostre battaglie sindacali che comunque, pur nello sconforto, porteremo avanti più forti di prima senza arretrare di un solo millimetro».

Saverio Bosco. Numerose, come detto, le voci di ferma condanna dell’episodio. Per il sindaco Saverio Bosco «la Camera del Lavoro fa parte della storia della città». «Sia che sia stato il gesto di un singolo vandalo o un atto mirato per il servizio che svolge a favore di molti lavoratori e pensionati, l’episodio va condannato senza indugio. Rimane una priorità per la nostra città la ricerca della normalità, intesa anche come rispetto del patrimonio pubblico, storico, culturale e materiale».

Partito Comunista Italiano. Anche la locale sezione del Partito Comunista Italiano ha condannato duramente l’ignobile gesto ed espresso totale solidarietà alla Cgil. «Fiduciosi che la giustizia farà il suo corso – si legge in una nota – esprimiamo vicinanza ai compagni nella certezza che continueranno a spendersi per garantire i diritti dei lavoratori».

Vincenzo Pupillo (Pd). Anche Vincenzo Pupillo, membro della direzione regionale del Pd, esprime «piena solidarietà alle amiche e agli amici della Cgil di Lentini per il vile atto intimidatorio». «Spero che in breve tempo – afferma – gli inquirenti riescano a fare luce sulle cause e sugli autori di tale inquietante azione».

Salvatore Raiti (ex segretario provinciale Cgil). «Solidarietà e vicinanza totale alle compagne e ai compagni della Cgil e al popolo di Lentini che da sempre ha considerato quella casa di via Conte Alaimo la propria casa» è stata espressa anche dall’ex segretario provinciale della Cgil ed ex sindaco di Lentini, Salvatore Raiti.

Maria Cunsolo (M5s). L’episodio è stato censurato anche dalla consigliera comunale del Movimento 5 stelle, Maria Cunsolo. «Atti del genere – afferma – sono sempre da condannare, ma ancora più forte e netto deve essere il nostro biasimo se questi vengono compiuti verso un luogo così importante per i lavoratori lentinesi e per la storia della nostra città».

Marco Bongiovanni (Ora). Sull’episodio si registra ancora la condanna del movimento Ora. «Condanniamo – afferma il coordinatore del movimento, Marco Bongiovanni – il vile atto vandalico ai danni degli uffici della Camera del Lavoro. Siamo fermamente convinti che contro simili fenomeni sia fondamentale combattere uniti, senza distinzione di colori e di appartenenza politica. Confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine, nella speranza che presto gli autori di tale atto siano individuati».

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com