breaking news

L’ESAME DEL DNA SUI RESTI DI CALIGIORE

L’ESAME DEL DNA SUI RESTI DI CALIGIORE
Cronaca
0

Disposto l’esame del DNA sui resti di Giorgio Caligiore, 49 anni, di Palazzolo, rimasto intrappolato fra gli ingranaggi di un miscelatore per fieno, nelle campagne di Noto. Gli inquirenti, vista l’impossibilità di riconoscere il corpo, vogliono accertare che si tratti proprio di Caligiore. Per l’uomo, capo squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Palazzolo, ieri era il giorno di riposo e aveva deciso di trascorrerlo nell’azienda agricola di famiglia. A lanciare l’allarme, intorno alle 13.30, la moglie che aveva provato ripetutamente a chiamarlo al cellulare, senza ottenere risposta. Sapeva che il marito si era recato da solo nell’azienda. Ha chiamato i colleghi Vigili che si sono recati sul posto, in contrada Tagameli, facendo la macabra scoperta. I poveri resti dell’uomo giacevano intrappolati tra gli ingranaggi del miscelatore. Si è atteso l’arrivo del medico legale. Poi, intorno alle 18.00, i Vigili hanno recuperato il corpo martoriato di Giorgio Caligiore. I rilievi sono stati compiuti dai Carabinieri di Noto e Testa dell’Acqua. La magistratura ha aperto un’inchiesta per accertare le cause dell’incidente. Oltre alla moglie, l’uomo lascia anche due figlie di 15 e 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com