breaking news

LOMBARDO SUL MUSCATELLO: NESSUN TRASFERIMENTO DI REPARTI SE PRIMA NON ARRIVANO I NUOVI.

11 Febbraio 2012 | by Redazione Webmarte
LOMBARDO SUL MUSCATELLO: NESSUN TRASFERIMENTO DI REPARTI SE PRIMA NON ARRIVANO I NUOVI.
Sanità
0

È stata una giornata tesa, quella di ieri, per le notizie che si sono rincorse sul destino dell’ospedale di Augusta. 
Si era aperta con la notizia dell’imminente trasferimento a Lentini dei reparti di Ginecologia, Ostetricia e Pediatria e si è conclusa con il comunicato del Presidente della Regione Lombardo che rassicura sul mantenimento degli impegni assunti con il sindaco e i cittadini in occasione della sua visita ad Augusta del settembre scorso. 
Il sindaco Carrubba, appresa la notizia da fonti informali nella prima mattina, si era messo immediatamente in contatto con la Direzione generale dell’Asp di Siracusa, che aveva confermato la disposizione del trasferimento dei reparti il prossimo 18 febbraio, e con il Prefetto di Siracusa, Dott. Renato Franceschelli, che a sua volta contattato l’assessorato regionale alla sanità, per chiedere il rispetto degli impegni assunti nella riunione dello scorso 1 giugno proprio i Prefettura. 
Nel tardo pomeriggio, dopo una serie estenuante di contatti, è arrivato il comunicato del presidente Lombardo. 
“Tra i cittadini di Augusta e anche nell’Amministrazione civica sta montando un comprensibile allarme circa il trasferimento a Lentini del reparto di ginecologia, spostamento che, secondo gli impegni che avevo assunto, si sarebbe effettuato solo contestualmente al trasferimento di altri reparti nell’ospedale di Augusta. Intendo tranquillizzare la popolazione e l’Amministrazione. 
Ho già parlato in tal senso con il direttore generale dell’azienda sanitaria provinciale: ci sarà la con testualità promessa. Dovranno arrivare prima i nuovi reparti”. 
Il comunicato si conclude con quello che qualcuno legge come un possibile attacco all’assessore regionale alla salute Massimo Russo, che avrebbe sollecitato l’accelerazione nel trasferimento dei reparti.  
“Mi sono impegnato in tal senso e non ci sono lettere o disposizioni che tengano: ne va della nostra credibilità. Ci sono le regole, c’e’ il piano di rientro ma c’e’ l’impegno politico e personale di un Governo e del suo Presidente che fino a prova contraria lo dirige”. 
In serata, intervenendo in apertura del consiglio comunale, il sindaco Massimo Carrubba ha ricostruito la giornata e, pur esprimendo soddisfazione per l’intervento del presidente Lombardo, ha usato toni netti:
“Riconosciamo il presidente della Regione, nella sua funzione istituzionale, ormai come l’unico interlocutore della città, senza mediazioni di alcun tipo e colore politico. Il tempo delle dichiarazioni è finito. Ci attendiamo che gli impegni assunti si traducano in fatti concreti. 
Ho già contattato i pool di avvocati che seguono il ricorso dell’Amministrazione comunale in sede giurisdizionale per le iniziative da assumere immediatamente. 
Ribadiamo la necessità del pieno coinvolgimento del Comune nella programmazione delle attività che riguardano l’ospedale. 
Bisogna dare al più presto seguito concreto al potenziamento del Muscatello, definendo il cronoprogramma reale della loro realizzazione, e rispettando, come ha ribadito il presidente Lombardo nel suo comunicato, la contestualità delle operazioni”. 
Carrubba ha quindi ringraziato il Prefetto Franceschelli per il suo impegno a sostegno dei legittimi interessi della città. 
Lunedì è previsto un incontro tra il sindaco e il direttore generale dell’Asp Maniscalco. 
(mdf)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com