breaking news

L’UDC SULLA QUESTIONE ASI-IAS

L’UDC SULLA QUESTIONE ASI-IAS
Politica
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

 

ASI-IAS, come volevasi dimostrare – Avevamo manifestato forti perplessità sulle modalità delle nomine effettuate nel CDA della società che gestisce il depuratore consortile e le nostre osservazioni hanno avuto puntuale conferma. Scopriamo anche, dagli organi di stampa, che sembra non siano state rispettate tutte le procedure necessarie e corrette per le nomine in questione e che, come avevamo già comunicato, riteniamo siano frutto di vecchie logiche da “prima repubblica” e di un modo di fare politica “alla Bisignani”.

Ma nessuno ha mai pensato che questa direzione politica – amministrativa, in modo miope e deleterio ha ampiamente aggravato la situazione di crisi economica politica e sociale che stiamo vivendo? Quella che si autodefinisce la classe dirigente attuale tenta una becera e perniciosa difesa dell’esistente oltre ad una catastrofica conservazione del potere, mentre ha già perso tutta la credibilità e la fiducia necessarie per governare. C’è anche chi si autonomina da un ente ad un altro nel timore che una legge di riforma possa cancellare la propria poltrona e chi utilizza sigle di partito, pur non avendo avuto alcun riscontro elettorale, per nominare il proprio “prescelto”. Invece di tenere sempre più distinte le competenze d’indirizzo politico da quelle di gestione manageriale, assistiamo a ingerenze di ogni tipo, commistioni, opacità nella divisione dei ruoli e nell’attribuzione di responsabilità. Ogni tanto, nel settore edile, si sente dire che costa meno buttare giù tutto e ricostruire da zero piuttosto che ristrutturare. E se  applicassimo il principio anche alla politica?

 

 

Coordinamento Provinciale Udc Siracusa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com