breaking news

MARINA DI MELILLI IN SCENA ALLA SALA RANDONE CON UN “UOMO QUALUNQUE”

20 Febbraio 2012 | by Redazione Webmarte
MARINA DI MELILLI IN SCENA ALLA SALA RANDONE CON UN “UOMO QUALUNQUE”
Attualità
0

“Un uomo qualunque” ha il volto di Francesco Di Lorenzo, attore appassionato che ieri sera, in una gremita sala Randone, ha rievocato la storia di Marina di Melilli e l’industrializzazione che ne ha cambiato il volto a partire dagli anni ’70.
Un monologo intenso e coraggioso tratto dal romanzo della scrittrice e giornalista Roselina Salemi, intitolato “Il nome di Marina”, che è stato uno degli appuntamenti della rassegna teatrale in cartellone per la sesta edizione di “Luci a Siracusa”.
Uno spettacolo che ha ripercorso la storia di una città che oggi vive solo nei ricordi degli abitanti del passato, distrutta in nome di un’economia monoculturale: l’industria. Al centro del palco l’uomo-Di Lorenzo, sotto l’attenta regia di Erika Barresi, accompagnato dalle note del violinista Daniele Rametta (le musiche sono di Joe Schittino). La musica è stata co-protagonista di questo spettacolo intimistico ma di grande impatto negli spettatori, così come le luci soffuse.
Francesco Di Lorenzo rievoca una storia frammentaria tra fatti di cronaca, polemiche politiche e lungaggini giudiziarie. E restituisce la poesia che ammantava Marina di Melilli in epoca antica, restituendone il volto oggi perduto.
“Un uomo qualunque” è qualcuno che si guarda indietro, per non dimenticare e per capire le luci e le ombre del progresso. Ma è anche un partito politico, e dunque una riflessione etica che parte dalla vicenda di Marina e raggiunge i giorni nostri, e tutte le città. Sul palco l’appassionato ricordo, l’indignazione ma anche una voce che si eleva senza chiedere vendetta né perdono ma solo di non dimenticare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com