breaking news

Melilli| Cisma, “infiltrazioni mafiose dei colletti bianchi”

Melilli| Cisma, “infiltrazioni mafiose dei colletti bianchi”
Politica
0

Il presidente dell’osservatorio Anticorruzione, Daniel Amato, fa la radiografia al Comune di Melilli e rispedisce al mittente le accuse: “Le dichiarazioni del Caminito sono assolutamente false e prive di fondamento, le date non corrispondono”.

gli archi“Chiare infiltrazioni mafiose dei colletti bianchi”. Daniel Amato fa la radiografia al palazzo di Città di Melilli e rimanda al mittente le accuse “diffamatorie”. Ecco la sua nota:

“Facendo seguito alle dichiarazioni rese dall’Assessore del Comune di Melilli, Sebastiano Caminito, in cui impropriamente viene fatto riferimento al sottoscritto quale consulente in materia ambientale del Comune di Melilli e ad una mia presunta partecipazione alla Conferenza dei Servizi di autorizzazione dell’ampliamento della discarica CISMA di Melilli del 13.2.2017 (i.e. così dichiara il Caminito

“Nel febbraio 2015, il Comune di Melilli (sindaco facente funzioni brigadiere Corrado Mascali, assessore all’ecologia Salvatore Midolo e consulente in materia ambientale Daniel Amato) intervenne alla conferenza dei servizi a Palermo, confermando la coincidenza delle aree tra l’ampliamento e il sito originario,  dando così il via libera all’ampliamento definitivo della Cisma. La nota del maggio 2012 e il parere espresso in conferenza dei servizi il 13 febbraio 2015   furono riportati nel decreto autorizzativo integrato ambientale del 17 agosto 2015 per la realizzazione dell’ampliamento della Cisma”) per precisare quanto segue.

“Le dichiarazioni del Caminito sono assolutamente false e prive di fondamento poiché il sottoscritto – riferisce Daniel Amato, tirato in ballo dal sindaco Cannata e dal suo assessore Caminito – è stato esperto in diritto dell’ambiente e diritto penale dell’ambiente del Comune di Melilli dal 2 Maggio 2015 al 31 Dicembre 2015, giusta Determina Dirigenziale n. 52 del 29.4.2015 Reg. V Settore, con cui venivo  incaricato di supportare il Dirigente del V Settore del Comune di Melilli Arch. Daniele Nunzio Lentini nel coordinamento dell’istituendo Nucleo Operativo di Tutela Ambientale, e neppure in tale veste mi sono mai occupato della fattispecie”.

“E’ chiaro che trattasi di frasi diffamatorie volte a colpire la mia reputazione di avvocato e di docente universitario da anni impegnato nella tutela dell’ambiente e nella lotta alla corruzione, per le quali ho intenzione di adire l’Autorità Giudiziaria. Nei prossimi giorni avvierò iniziative per fare chiarezza sulla situazione melillese e su quella palude grigia di “cattiva gestione della cosa pubblica. Sarà mia cura denunciare pubblicamente, sia come professionista sia come Commissario Provinciale dell’Italia dei Valori e Presidente dell’Osservatorio Anticorruzione, fattispecie chiare di infiltrazione della mafia dei colletti bianchi nella cosa pubblica melillese”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com