breaking news

Melilli| Peppe Carta candidato a sindaco: «Restituiamo orgoglio e prestigio alla città»

Melilli| Peppe Carta candidato a sindaco: «Restituiamo orgoglio e prestigio alla città»
Politica
'
0

In corsa per la poltrona di primo cittadino, Giuseppe Carta, 32 anni, consigliere comunale uscente, sarà sostenuto dal movimento “Uniti per cambiare”. Sabato la presentazione ufficiale della candidatura e della lista nell’affollatissimo auditorium “Emanuele Carta”.

La scommessa di Peppe Carta. «Un ragazzo semplice e umile, figlio di operai, uno del popolo e dunque uno di noi». Il primo fragoroso applauso dei presenti è scattato subito dopo le parole pronunciate dal sindaco uscente di Melilli, Giuseppe Cannata, che ha presentato così Giuseppe Carta, candidato alla sua successione a palazzo di città. Auditorium “Emanuele Carta” gremitissimo ieri sera per la presentazione ufficiale di colui che, con il sostegno del movimento “Uniti per cambiare”, correrà per la carica di primo cittadino alle prossime elezioni amministrative. Nell’occasione, presentato anche il programma e i candidati al consiglio comunale della neonata coalizione, formata in larga parte da giovani che desiderano impegnarsi attivamente in politica a favore della collettività.

Cannata: «Ci attende una nuova sfida». «Fare politica – ha aggiunto Cannata – significa condividere le preoccupazioni dei genitori, gli entusiasmi dei giovani e le difficoltà degli anziani. Ci attende un’altra sfida e i nostri concittadini sapranno scegliere tra l’onnipotenza di qualcuno che intende amministrare per mestiere e la semplicità di Giuseppe Carta il quale, nonostante la giovane età, solo 32 anni, ha già accumulato una discreta esperienza in qualità di consigliere comunale».

Uniti per cambiare. A prendere la parola sono stati poi alcuni dei candidati al consiglio comunale di “Uniti per cambiare”, Fabio La Ferla, Rosario Cutrona, Alessia Mangiafico, Luca Scibilia, Teresa Riggio, Daniela Ternullo, Barbara Valenti. A coordinare gli interventi il professore Vincenzo Morello, portavoce del direttorio del neonato movimento politico.

[embed_video id=120986]

Carta: «Entusiasmo, freschezza, sacrificio, ma anche competenze». Poi il gran finale. Salendo sul palco, Giuseppe Carta ha tracciato un breve bilancio della sua esperienza amministrativa, cominciata nel 2012 quando fu eletto consigliere comunale. Subito dopo, ha ringraziato pubblicamente la moglie Elisa, seduta in prima fila, per aver condiviso e appoggiato la sua scelta di candidarsi a sindaco. «Il suo sostegno, lo starmi accanto sarà determinante nei momenti difficili che una campagna elettorale può comportare». Carta ha poi illustrato le prospettive: «Noi possiamo offrire entusiasmo, freschezza, passione, cuore, sacrificio, anima ma anche competenze, il tutto temperato dalla giusta dose di esperienza e saggezza, qualità necessarie per un progetto vincente. Accantonati personalismi e corse solitarie, che si sarebbero rivelate velleitarie – ha affermato – abbiamo ragionato in termini di schieramento e di gruppo anche perché la nuova legge elettorale, che prevede il maggioritario secco, consente alle prime due liste di acquisire dei seggi, le altre resteranno senza rappresentanti in consiglio comunale».

L’unità il valore aggiunto. «Sono convinto – ha aggiunto – che l’unità della nostra coalizione rappresenta il valore aggiunto, la marcia in più per poter realizzare il nostro progetto politico. Qualche nostro avversario è lì, ben organizzato, con il suo solito modo, già ampiamente conosciuto, di governare e fare politica. Un modo talvolta arrogante e intimidatorio, talvolta strafottente e superficiale, ma ormai vecchio, irrimediabilmente vecchio. Un modo di governare che i melillesi hanno già sperimentato per anni. Chiedo dunque di scegliere tra un incubo già vissuto e un sogno, un’idea. Con noi sì, possiamo cambiare Melilli».

Il programma. «Il nostro programma – ha sottolineato Carta – è serio, credibile, forte, tiene conto delle effettive esigenze del territorio, a cominciare dalle classi più deboli. Vogliamo restituire orgoglio e prestigio a questa città, svegliandola da un torpore latente, facendola uscire dall’apatia e dalla rassegnazione. Il territorio deve ritrovare l’orgoglio della sua storia e della sua cultura, delle sue tradizioni e del suo passato. Noi vogliamo far tornare Città Giardino la vetrina di Melilli sul capoluogo e Villasmundo quel borgo dove tutti volevano andare a vivere. Vogliamo restituire il mare ai melillesi e dar forma al progetto sull’unione dei Comuni industriali per rilanciare veramente l’economia locale, mettendo comunque salute e ambiente al primo posto. Credo – ha concluso Giuseppe Carta tra gli applausi dei circa 600 presenti – che vi siano tutte le condizioni per un risultato positivo e per dare il via a una nuova stagione di governo per Melilli, Villasmundo e Città Giardino».

LA PRESENTAZIONE UFFICIALE 

[embed_video id=120985]

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com