breaking news

Melilli| Presunta parentopoli? Scambio di movimenti

20 Gennaio 2017 | by Redazione Webmarte
Melilli| Presunta parentopoli? Scambio di movimenti
Politica
'
0

Possibili conflitti di interesse nell’assegnazione dei servizi di trasporto degli alunni da e per il capoluogo e a quello della refezione scolastica. Precisazioni di “Uniti per Cambiare”: “Non siamo stata noi ad aver redatto quel comunicato stampa. Non siamo “Unirsi per il Cambiamento”. Il sindaco pronto a rivolgersi all’autorità giudiziaria.

costa teatro 300x250“Il nostro Movimento politico si chiama “Uniti per cambiare” e non “Unirsi per il cambiamento”. Pertanto, non siamo noi ad aver redatto e inviato agli organi di stampa il comunicato sui presunti casi di “parentopoli” al Comune di Melilli>>. La precisazione arriva da Nuccio Scollo (foto), consigliere comunale di minoranza, il quale fa chiarezza sulle notizie pubblicate. Agli indirizzi email delle redazioni era infatti pervenuto un lungo comunicato stampa, firmato “Unirsi per il cambiamento”, in cui si faceva riferimento a possibili conflitti di interesse nell’assegnazione dei servizi di trasporto degli alunni da e per il capoluogo e a quello della refezione scolastica.

<<Non solo. Noi le note per la stampa – fa notare Scollo – le firmiamo e sottoscriviamo, inviandole sempre dagli indirizzi di posta elettronica personali o istituzionali>>. In calce al documento anche una breve dichiarazione del sindaco Giuseppe Cannata, che affermava di essere pronto a trasmettere gli atti all’Autorità Nazionale Anticorruzione.

<<Il primo cittadino di Melilli non fa parte di questo pseudo Movimento “Unirsi per il cambiamento”, come invece erroneamente riportato sul comunicato e, in ogni caso – sottolinea Scollo – non ha rilasciato a nessuno dichiarazioni sull’argomento. Non sappiamo chi siano i componenti di questo gruppo politico, non li conosciamo e non abbiamo nulla a che vedere con loro. Ripeto: il sottoscritto, il sindaco e altri esponenti politici melillesi appartengono a “Uniti per cambiare” e forse qualcuno, che non ha avuto il coraggio di firmarsi, ha voluto giocare con le parole “inventandosi” questo movimento>>.

medmoda new 650x

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com