breaking news

METALMECCANICI SFRUTTATI

METALMECCANICI SFRUTTATI
Attualità
0

Lavoratori istruiti e specializzati con un corso in Sicilia e mandati a lavorare in Olanda. Una beffa molteplice sulla quale il governo regionale deve intervenire”. E’ la denuncia del deputato regionale del Partito Democratico Bruno Marziano che domani mattina presenterà una interrogazione all’assessore regionale al lavoro, Leanza. Marziano si riferisce ai lavoratori che hanno svolto un corso di formazione professionale che sembrava propedeutico all’assunzione, da parte di imprese della zona industriale siracusana, del personale formato per le qualifiche professionali per le quali è stata realizzata la formazione. Considerato che il corso di svolgeva con il sostegno del Comune di Priolo, della Provincia regionale e la collaborazione del Ciapi, si riteneva che alla fine a beneficiarne dovevano essere i lavoratori e il territorio. Invece la Fiom, il sindacato dei metalmeccanici della Cgil, ha denunciato che almeno una di queste aziende, la Irem, starebbe utilizzando i lavoratori in altri paesi europei e peraltro con paghe e mansioni tutt’altro che da lavoratori superqualificati, non adeguati alla attività formativa e alla qualifica ottenuta, rendendo perciò l’attività formativa uno spreco di denaro pubblico”. Per questo il deputato regionale del Pd presenterà l’interrogazione all’assessore Leanza. “Chiederò di accertare se le denunce della organizzazione sindacale riguardanti l’utilizzo dei lavoratori in qualifiche più basse di quelle per le quali si è realizzata la formazione, il mancato rispetto del contratto di lavoro e le “condizioni di lavoro da terzo mondo” rispondano al vero, se non siano stati utilizzati fondi pubblici a qualsivoglia titolo (europei, regionali o comunali) per realizzare l’attività formativa e se vengano rispettati gli impegni assunti dalle varie parti interessate (Ciapi,comune di Priolo, impresa Irem, ed eventualmente altre imprese) e nel caso in cui tali violazioni denunciate dovessero rispondere a verità, se non intenda adottare i necessari provvedimenti del caso”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com