breaking news

MPA, AUTOSOSPENSIONE E REVOCA, LA VERITA DI RANNO

MPA, AUTOSOSPENSIONE E REVOCA, LA VERITA DI RANNO
Politica
0

L’autosospensione di tutti gli otto consiglieri comunali di Augusta e mia per la questione del ridimensionamento del presidio ospedaliero Muscatello, non va considerata come scelta isolata o fuga in avanti ma come un forte convincimento, di tutto il gruppo di una mancata attenzione verso un territorio”. Così il consigliere provinciale, Maurizio Ranno torna su una vicenda che il coordinatore provinciale del movimento di Raffaele Lombardo, Pippo Gennuso ha affrontato revocando a Ranno l’incarico di coordinatore cittadino del partito. Il consigliere provinciale, però, entra nel dettaglio della questione e ricorda che Augusta “costituisce un bacino di utenza di oltre 100.000 abitanti, con la presenza della base della Marina Militare, che oggi la vede protagonista nelle tristi vicende del Mediterraneo; da uno dei poli petrolchimici più grandi d’Europa; della casa di reclusione;versa nelle Casse dello Stato Italiano, una somma pari all’intera spesa sanitaria della Regione Siciliana ” Accise petrolifere”;registra il più alto tasso di mortalità per tumori, per bambini malformati,a causa del degrado ambientale dovuto al polo petrolchimico. Poi Ranno entra nello specifico della revoca del suo incarico. “Ricordo-dice Ranno-che l’autosospensione effettuata da tutti i consiglieri è avvenuta a seguito di atti già adottati dalla Regione che hanno penalizzato fortemente il presidio Ospedaliero di Augusta;ho sempre sostenuto che su questa vicenda tutta la politica ha fallito, pertanto non capisco che vuole dire Gennuso quando afferma che ho leso l’immagine dell’MPA, nè come mai la revoca dell’incarico di coordinatore cittadino e stata fatta proprio oggi a distanza di oltre un mese dall’autosospensione . Mi auguro – conclude il consigliere provinciale-che ciò non sia dovuto alle diverse posizioni assunte, proprio in questi giorni tra me e Gennuso, rispetto all’ingresso dell’Mpa nell’amministrazione Comunale di Augusta.Ricordo che io avevo congelato le trattative per non far passare l’idea di essere alla ricerca di poltrone in un momento cosi difficile per il territorio e visto che non si possono cercare poltrone in nome e per conto di un partito di cui si è autosospesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com