breaking news

MUSCATELLO, IL SINDACO:SI SOSPENDA OGNI ATTO RELATIVO AL TRASFERIMENTO DEI REPARTI

MUSCATELLO, IL SINDACO:SI SOSPENDA OGNI ATTO RELATIVO AL TRASFERIMENTO DEI REPARTI
Sanità
0

“La straordinaria partecipazione dei cittadini di tutte le età, condizione e convinzione politica alla manifestazione unitaria di stamattina rappresenta un successo della città”. Così il sindaco Massimo Carrubba commenta l’esito dell’iniziativa di mobilitazione di questa mattina.

“Nel piazzale della darsena-dice il primo cittadino- un luogo scelto per rappresentare simbolicamente il legame tra la città, il suo porto, principale risorsa non solo economica, e la zona industriale sullo sfondo c’era  la quasi totalità degli augustani disponibili, che hanno dimostrato con la loro partecipazione l’attaccamento al proprio ospedale.In piazza-prosegue il sindaco- si è ritrovato l’orgoglio di una comunità che si oppone con la massima determinazione e con tutta la propria energia al tentativo di scippo del Muscatello”.Carrubba non nasconde una punta d’orgoglio quando spiega che “è questa la città con cui dovrà confrontarsi chi volesse insistere nel tentativo di portare avanti il progetto di depotenziare il nostro ospedale.La mobilitazione di oggi- conclude il primo cittadino di Augusta- è un messaggio forte e chiaro e rappresenta soltanto una tappa nella vertenza che dovrà ottenere la revoca del decreto che prevede il trasferimento dei reparti di Ostetricia e Ginecologia e di Pediatria, presso l’Ospedale di Lentini. Chiediamo la sospensione immediata di ogni atto relativo al trasferimento dei reparti.

Chiediamo che il Presidio Territoriale di Assistenza sia integrativo e aggiuntivo del presidio ospedaliero, e che non lo sostituisca in nessuna misura-Chiediamo la piena applicazione di quanto previsto dall’articolo 6 della legge regionale n. 5 che prevede investimenti aggiuntivi per le aree a rischio industriale, per la prevenzione e la cura delle patologie specifiche del territorio.Tocca adesso all’ASP e all’Assessorato Regionale alla Sanità revocare il Decreto attualmente in vigore ed elaborarne uno nuovo che tenga nel giusto conto le esigenze della sanità nel nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com