breaking news

NEROVERDI IN CAMPO PER IL RECUPERO CONTRO LA LUPARENSE

NEROVERDI IN CAMPO PER IL RECUPERO CONTRO LA LUPARENSE
Sport
0

I neroverdi, domani alle 19, scenderanno nuovamente in campo per il recupero contro la capolista Luparense. Si sapeva che l’incontro di Bisceglie avrebbe riservato tante insidie, i neroverdi, con il solo Alemao a far da chioccia, non avrebbero avuto di certo vita facile sul difficile parquet del Paladolmen. I giovani megaresi hanno saputo comunque onorare l’impegno giocando senza alcun timore reverenziale, anzi con un pizzico di arroganza, una gara giocata a ritmi alti per tutta la sua durata. Chi si aspettava una gara noiosa, con poco spettacolo, date le assenze di Tosta, Saiotti e Vilela si è dovuto ricredere dopo i primi minuti con Kakà & compagni, si a far la gara, ma rischiando di esser puniti ad ogni ripartenza dei neroverdi. Fichera, il portiere che non ti aspetti, attento e freddo. Alemao, che guida per mano i suoi compagni, inventa e salta l’uomo. Ferrari che torna a segnare dopo un lungo digiuno durato mezzo campionato. Castrogiovanni, che preme al fianco della difesa ospite, ripartendo in velocità, mettendo in difficoltà gli avversari guadagnando la maggior parte dei falli. Cardoso riadattato a difensore, pronto a riconquistare palla e ripartire. Scheleski, che alla sua prima apparizione su di un parquet di serie A, nei primi secondi entra timido e concede un gol ai padroni di casa, ma appena presa confidenza, intercetta palla e con un lob chirurgico spedisce la palla nella porta avversaria. Insomma aldilà della sconfitta, preventivabile, con solo sei giocatori effettivi, maturata quando ormai non c’era più benzina nelle gambe e nella testa, ci si può ritenere soddisfatti e guardare al futuro. E nel futuro prossimo c’è la Luparense degli ex Merlim, Fortino, e dei gemelli Pizzo, una Luparense capolista solitaria che ad Augusta viene per consolidare il suo primato, ancora col dente avvelenato per la doppia Finale di Coppa Italia fallita.
” Abbiamo giocato una grande partita – dichiara Castrogiovanni -, ci hanno pressato dal primo all’ultimo minuto senza darci un attimo di tregua. Abbiamo subito la maggior parte dei gol per degli errori dovuti all’inesperienza e sul finale alla stanchezza dovuti ad una panchina corta. Gran parte di noi, non ha maturato ancora il giusto minutaggio in serie A, e paghiamo lo scotto dei principianti. Martedì ci attende un incontro ancor più duro con la Luparense, ma noi saremo lì pronti a cogliere ogni piccolo loro errore per trasformarlo in gol. Spero inoltre che il pubblico accorra a sostenerci poiché la straordinaria cornice del Palajonio ci da sempre lo stimolo in più per dare il massimo.”
In occasione della gara con la Luparense, i piccoli neroverdi della scuola calcio, di tutte le categorie, saranno impegnati già dalle 16,30 in un torneo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com