breaking news

NON SI PLACA LA PROTESTA DEL COMITATO CITTADINO PRIOLESE

20 Febbraio 2012 | by Redazione Webmarte
NON SI PLACA LA PROTESTA DEL COMITATO CITTADINO PRIOLESE
Attualità
0

Il problema occupazionale è arrivato al dramma sociale a Priolo Gargallo e non solo. Non sembrano placarsi le giuste richieste avanzate dal Comitato Cittadino Priolese, che avevano, nel corso dell’ultimo Consiglio convocato ad hoc per discutere le problematiche sull’occupazione, chiesto a gran voce alla politica priolese di compattarsi e dare risposte univoche alla risoluzione della gravosa crisi economica. Temi dell’occupazione al centro dell’attenzione per l’amministrazione che si è impegnata ad intraprendere una serie di iniziative per sbloccare l’occupazione e l’economia di Priolo Gargallo. E il primo passo è stato intrapreso dal sindaco Antonello Rizza, che ha incontrato Claudio Geraci, responsabile delle relazioni istituzionali di Isab. Incontro importante con i vertici dell’Isab. La zona industriale soffre il momento di crisi senza precedenti  – questo quanto affermato dal sindaco Rizza – ed è in questa situazione gravosa che insieme alla politica bisogna assumersi responsabilità ed intraprendere eticamente azioni rivolte alla collettività. Durante l’incontro è stato proposto di rivedere i meccanismi di gara, di applicare le tariffe di Confindustria per quanto attiene la manodopera. E’ stato chiesto inoltre di creare un fondo solidarietà per i disoccupati desumendo le somme dalle gare appaltate per una percentuale che vada dall’1 al 2%. Intanto il Comitato Cittadino Priolese ha pacificamente occupato il Municipio in attesa che il sindaco Rizza si presentasse alla conferenza dei capi gruppo per relazionare sugli atti concreti intrapresi dal primo cittadino. Invitiamo il sindaco – questo quanto affermato dal Comitato Cittadino Priolese – ad aprire i suoi orizzonti ed a sotterrare l’ascia di guerra nei confronti dell’opposizione come da noi chiesto in consiglio comunale, abbiamo un obiettivo comune e pensavamo l’avesse capito. Proposto durante la seduta della conferenza dei capogruppi l’istituzione di corsi di formazione con diaria e il coinvolgimento sempre delle aziende locali, nonchè “la nomina di due assessori provenienti o scelti dal comitato assieme a tutti gli altri per affidare i due settori importanti sul quale vertono i punti richiesti dal Comitato Cittadino Priolese bilancio e lavoro e sviluppo”. “Adesso attendiamo notizie dal sindaco – questo quanto affermato dal Comitato Cittadino Priolese in un comunicato stampa  – riguardo alla richiesta di un incontro che Confindustria aveva già programmato ed al quale il sindaco ha chiesto di essere invitato come primo cittadino di Priolo e che tra l’altro ci aveva già comunicato come comitato di fornire una delegazione in nostra rappresentanza per poterlo affiancare, ma dopo la giornata di oggi tutto si fa meno scontato come sembrava in consiglio comunale. Ci teniamo a ribadire che la presenza del comitato in tavoli istituzionali riguardanti la comunità priolese ci sarà, ma solo ed esclusivamente alla presenza oltre che del sindaco, anche del presidente del Consiglio, dei capigruppo e della giunta”.

Silvana Baracchi            

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com