breaking news

NUOVE DROGHE SOTTO FORMA DI TISANA

NUOVE DROGHE SOTTO FORMA DI TISANA
Sanità
0

Si chiamano "droghe furbe” e sono sostanze stupefacenti a tutti gli effetti, con i relativi pericoli per la salute umana, ma vengono commercializzate come fossero normali tisane, anche attraverso dei siti Internet. L’allarme è lanciato dal direttore dei Sert provinciali, Roberto Cafiso, dopo l’aggiornamento della mappa delle droghe da parte dell’Istituto superiore di Sanità. Le finte tisane sono composte da ingredienti che possono provocare allucinazioni e che consentono lo “sballo” dentro casa. L’aspetto più grave è la facilità con cui queste nuove sostanze – ne sono state censite 400 – possono essere reperite on line e spedite in buste anonime. Spesso si tratta di pasticche molto simili a quelle del Viagra. Cafiso elenca 6 delle nuove sostanze individuate: l’Argemone Mexican, la Brugmansia Arbore, la Datura Stramonium, la Muira Puama, il Piper Methysticum, la Turnera Aphrodisiaca. Nomi che apparentemente non dicono niente ma che vogliono dire pericoli gravi per la salute di chi li assume. A queste droghe si aggiunge il Mefedrone, conosciuto come “bolla”, “drone” o “miao miao”. E’ importato dalla Cina viene venduto via internet come fertilizzante di piante. Viene inalato o fumato con rischi di emorragia nasale, allucinazioni, ansietà fino ad attacchi di panico, paranoia e problemi circolatori anche gravi. “Le famiglie – continua Roberto Cafiso – oggi devono attenzionare la navigazione da parte dei loro figli dei siti internet dove è possibile la vendita di queste sostanze di cui si conosce in fondo ben poco, ma delle quali si hanno riscontri nei casi di acuzie, talora con esiti fatali o irreversibili”. Per effettuare tali acquisti sul web è ovviamente necessario utilizzare  bancomat o carte di credito. Ecco perché l’Asp raccomanda di fare molta attenzione all’utilizzo dei pagamenti elettronici da parte dei giovanissimi. “Le vendite on line – prosegue lo psicoterapeuta siracusano – rischiano di essere modi per accedere in punta di piedi al mondo droga stico”. Per qualsiasi dubbio o consulenza è possibile rivolgersi ai Sert provinciali tramite il centralino dell’azienda sanitaria provinciale. (Oriana Vella)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com