breaking news

OMICIDIO DI PRIOLO, NON ERA LA COLLEGA L’OBIETTIVO DI PANTANO

OMICIDIO DI PRIOLO, NON ERA LA COLLEGA L’OBIETTIVO DI PANTANO
Cronaca
0

 Sgomento a Priolo dopo la tragedia che si è consumata ieri pomeriggio in pieno centro, in via Pindemonte, dove poco dopo le 16 un uomo, Corrado Pantano, 50 anni, lavoratore precario come puliziere in una struttura sportiva comunale, pregiudicato, tossicodipendente, ha assassinato una colega Silvana Scarlata, priolese di 48 anni. Le indagini avviate dalla polizia starebbero portando alla luce una realtà diversa da quella che era apparsa in un primo momento. Non sarebbe stata la donna, infatti, la vittima prescelta di Pantano, che ha accoltellato la collega ripetutamente al torace a all’addome provocandole gavissime lesioni. A nulla è valso il delicato intervento chirurgico al quale Silvana Scarlata è stata immediatamente sottoposta una volta giunta in ambulanza all’ospedale Umberto Primo. Se subito dopo il tragico fatto sembrava che alla base del gesto potessero esserci incomprensioni legate al lavoro, adesso le indagini si starebbero indirizzando in un altro senso. Secondo gli inquirenti Pantano potrebbe avere avuto come obiettivo altri suoi colleghi, responsabili di prendersi gioco di lui. Non trovandoli, si sarebbe comunque avventato contro la donna, sfogando su di lei la sua rabbia dopo che la donna avrebbe intimato al collega di andare via da quel luogo.Poco prima Pantano avrebbe preso a calci il ciclomotore della figlia della vittima. L’uomo, poco dopo l’assassinio, si è consegnato alla polizia. E’ stato arrestato con l’accusa di omicidio. La vittima lascia tre figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com